Assolta la condannata!

Cattura

 

Si è condannati prima di essere giudicati!

Si è condannati ad essere trasferiti prima del giudizio del tribunale.

Si è condannati ad essere sospesi dal servizio prima del giudizio del tribunale.

Si è condannati alla pubblicazione del proprio nome sui giornali prima del giudizio del tribunale.

Poi arriva il giudizio del tribunale e…ASSOLTA PER NON AVERE COMMESSO IL FATTO!

Formula piena!

Anzi, gridiamolo e diffondiamolo noi perchè tanto non ci sarà mai restituzione del danno all’immagine!

ASSOLTA PER NON AVERE

COMMESSO IL FATTO

 

Annunci

Aggredita collega a Piazza Pio XI

Ieri pomeriggio verso le 17.00 in Piazza Pio XI, mentre i colleghi erano impegnati nella regolazione dell’intenso traffico in atto, intervenivano per cercare di sbrigliare l’incastro tra diversi veicoli.

Con segnalazioni manuali davano indicazioni sulle manovre da eseguire per sbrigliare la situazione

10
traffico

Da uno di questi veicoli scendeva una donna (passeggero) che prendeva e strattonava una delle colleghe che stavano lavorando.

La collega provvedeva quindi a fermare la persona che continuava ancora a dimenarsi e le procurava delle lesioni ad un braccio.

La donna fermata veniva accompagnata, con ausilio di altre pattuglie intervenute, presso gli uffici del XIII Gruppo Aurelio diretti dal Comandante Bracci dove veniva successivamente denunciata a piede libero, mentre la collega veniva refertata dal pronto soccorso dell’ospedale San Carlo con una prognosi di 5 giorni.

Purtroppo non è sempre il bel mondo di fiabe quello del servizio di viabilità in mezzo agli incroci romani; tra smog che respiriamo, intemperie che ci logorano e aggressioni  che ci feriscono, servirebbe megaloman

 

Esportiamo cervelli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Reduce dalla Spagna, dove ha partecipato al Galà de Zarzuela, che si è tenuto all’Auditorio Municipal Ciudad de Léon e che ha registrato il tutto esaurito, intervistiamo la nostra dirigente Sindacale Isabella Amati, cantante solista della Banda della Polizia Locale di Roma Capitale per professione e mezzo soprano in giro per il mondo per passione.

Innanzi tutto, cos’è la Zarzuela? “È l’equivalente spagnolo dell’Operetta; le Zarzuelas sono composizioni musicali in cui si alternano parti parlate e parti cantate; è un genere cosiddetto leggero, che però non ha nulla da invidiare al genere “serio”, nè musicalmente nè dal punto di vista dell’impostazione vocale. Il genere leggero cattura lo spirito popolare, interpretare una zarzuela significa entrare nello spirito della gente del luogo.

Non è stato il primo Galà a cui hai partecipato a Léon  “No, é il quarto. Il primo non aveva una tematica specifica, il secondo è stato dedicato a Verdi e il terzo a Puccini.

Come sei finita a Léon? “Ci sono stata la prima volta una decina di anni fa, per seguire i Masterclass di Teresa Berganza, celeberrima mezzo soprano spagnola, tenuti presso la Fundación Eutherpe, ripetendo poi l’esperienza altre due volte. Al saggio finale del terzo Masterclass mi hanno proposto di partecipare al Primo Galà lirico, invito che si è poi ripetuto negli anni successivi.”

Ormai sei leonese di adozione. “Decisamente si. A Léon ho trovato una seconda famiglia.”

Con lo spagnolo non hai problemi?  “Fortunatamente no; la laurea in lingue a qualcosa serve.”

Quante lingue parli? “A parte l’Italiano, quattro: Spagnolo, Francese, Inglese e Cinese”.

Dopo tanti anni che frequenti Léon la conoscerai come le tue tasche, non avrai difficoltà ad orientarti. “Io sono capace di perdermi anche nel corridoio di casa.”

Domenica sei stata invitata a cantare alla messa a Sant’Isidoro. Che effetto ti ha fatto? “Lo considero un onore. È stato bellissimo cantare in una chiesa che condensa tanto secoli di storia e con un’acustica meravigliosa.

Quando tornerai a Léon? “Speriamo il prima possibile. C’è un’ipotesi per giugno, ma ci stiamo lavorando…”

Qui di seguito puoi vedere alcuni filmati

Prove

Esibizione

Esibizione