Condannata la Modafferi. La ruotiamo?

L’aeroporto di Ciampino pare essere una spina nel fianco della Vice Comandante del Corpo Raffaella Modafferi e si trasforma di nuovo in una buccia di banana.

Dopo quanto avvenuto nel 2012, descritto in questo articolo, quando si parlava di un permesso per parcheggiare la propria macchina  privata all’interno dell’aeroporto di Ciampino, oggi la stessa testata giornalistica

4

informa che una condanna in sede civile si è abbattuta sulla Dott.ssa Modafferi e il Dottor Buttarelli.

Immaginiamo che i fatti possano essersi svolti proprio in quel periodo in cui il Dott. Buttarelli era al Comando del Corpo.

E’ solo una condanna in primo grado, definita però di una gravità tale da approssimarsi al dolo.

Qui la mente ci va al comportamento giustamente tenuto dal comune e dal comando in caso di condanna dei semplici vigili. Vengono sospesi dal servizio e/o trasferiti di gruppo.

Allora perchè non applicare lo stesso provvedimento anche ai dirigenti?

Chiediamo pertanto all’Assessore alla legalità ed alla trasparenza Sabella di verificare se sia opportuno o meno che la Vice comandante del Corpo, che comanda anche il GPIT che si occupa di quegli specifici controlli sui trasportatori abusivi,  sia o meno da conservare nell’incarico o si debba procedere ad una “rotazione d’opportunità”.

Legali e trasparenti su tutto e tutti!

Sempre.

Annunci

Sabella riconvoca l’incontro!

Convocazione per il 02/10/2015

Convoca la riunione.

Annulla la riunione

Convoca la riunione

Bha….

Eravamo pronti, insieme a Cgil Cisl Uil e Ospol ad inviare una letteraccia. Questa convocazione è arrivata pochi minuti prima. Quasi che qualcuno gli avesse suggerito che stava per arrivare….

Le cose che gli avevamo scritto gliele diremo a voce.

Il rispetto prima di tutto.

Cosa migliorereste nella Polizia Locale di Roma?

Dopo le dichiarazioni rese dal comandante del Corpo Clemente  “in tempi brevissimi il Corpo proporrà le necessarie misure di razionalizzazione affinchè si migliori il flusso informativo ed il servizio alla città.” e quelle dell’Assessore alla Legalità Sabella :”Fatemi avere una lista dei problemi della Polizia Locale, cercheremo di risolverli”  vogliamo provare ad aiutarli.

Non ci chiudiamo nelle segrete stanze sindacali ma ci apriamo all’esterno.

Chiediamo ai colleghi che ci seguono, oltre ai cittadini, di rispondere a questa domanda. Con argomenti possibilmente tecnici e motivati.

Rispondeteci su questa pagina o all’indirizzo email roma@sulpl.it

Gireremo i consigli pervenuti.

19415_2

Non lasciate che altri decidano per voi. Siate parte attiva nel cambiamento!

Riunione con Sabella 

  
Si è svolta oggi pomeriggio una riunione con Assessore delegato alla Polizia Locale Alfonso Sabella.

Dobbiamo dire che prima dell’inizio della riunione è giunta notizia di un comunicato di una sigla sindacale che anticipava i contenuti della discussione ancora non cominciata. Sigla, tra l’altro, neanche presente.

L’assessore Sabella ha parlato di un rilancio del ruolo della Polizia Locale , del potenziamento della sua attività di polizia giudiziaria e della voglia di scrivere insieme alle organizzazioni sindacali una nuova organizzazione del lavoro che possa passare da alcune idee come l’accorpamento delle centrali operative dei gruppi trevi,prati,sapienza e Parioli inglobandole nella centrale operativa Lupa, l’accorpamento dei gruppi speciali doppioni e la creazione di sei zone dove dislocare al meglio il personale. Tutte queste considerazioni sono, secondo quanto riferito, da discutere in un tavolo tecnico che terremo il 30/09/2015.

Nel nostro intervento abbiamo evidenziato le nostre perplessità riguardo a queste idee. In primis per l’assoluta carenza di personale alla centrale operativa lupa che già da oggi si trova in forte carenza di risorse umane e, come confermato, con un bando di reperimento personale rimasto inascoltato.

Abbiamo espresso chiaramente che per la prima volta oggi il personale sembrava “fregarsene” di questa riunione al contrario di tutte le altre che abbiamo avuto in questi due anni con l’amministrazione. Il tutto a dimostrazione di come non considerino più interlocutore attendibile il comune di Roma.

Ancora una volta abbiamo detto che il personale si avvicina all’evento giubilare, che tanto interessa per la bella figura che deve fare l’amministrazione, senza un contratto decentrato degno di questo nome per la polizia locale. Quindi parlare di riorganizzazione in queste condizioni per noi è come accendere una miccia esplosiva.

Il confronto oggi è stato molto duro in determinate circostanze tanto da costringere l’assessore ad abbandonare la stanza per sbollire la rabbia quando si è affrontato il tema delle rotazioni “illogiche”.

Oggi si è definito volutamente impreparato ( ci ricorda l’assessore al personale sul contratto…) ed ha chiesto di mandargli un elenco delle cose che non vanno nel corpo perchè amministrazione vuole cambiare il rapporto coi vigili.

Comincerà a fare un giro delle sedi e, provocatoriamente, gli abbiamo detto di non avvertire prima e di farle a sorpresa. Sia mai gliele facciano trovare pulite e spazzate…

Queste sono le parole, i fatti sono due ann che li aspettiamo.

Dopo accordicchi, lettere di intenti e promesse varie, cambiali in bianco non ne firmiamo a nessuno!

Per la Segreteria di Roma

Stefano Giannini e Romolo Bonarota

Incontro con Assessore Sabella

Si è tenuto oggi pomeriggio un incontro convocato dall’assessore Sabella che, dopo l’ennesimo rimpasto di Giunta, è stato caricato della delega alla Polizia Locale.

Ci saremmo aspettati un assessore carico di progetti, idee e innovazioni, invece si è presentato chiedendo alle Organizzazioni sindacali di rappresentargli le loro “doglianze”.

Qui di seguito l’audio del nostro intervento

a cui ha fatto seguito l’inoltro della seguente lettera “protocollo tso” inviata a tutti i soggetti coinvolti. Alle parole facciamo seguire i fatti ed informiamo anche la Procura delle inadempienze delle amministrazioni e dei politici che le governano

Dopo quasi un anno che l’assessore vive all’interno dell’amministrazione, dopo diversi mesi in cui, da Commissario ad Ostia ha lavorato a stretto contatto con la Polizia Locale, pensavamo che si fosse fatto un’idea sul lavoro da fare.

Invece no.

Ci ha dato nuovo appuntamento a settembre.

Rimandato! Torni più preparato