Perchè non sorteggiamo i dirigenti?

Sono passati quasi due mesi dalla scadenza degli incarichi dei dirigenti-comandanti della Polizia Locale assegnati ai vari gruppi municipali.

In attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione del comune di Roma si è provveduto a far ruotare i dipendenti non dirigenti mentre appare in ritardo la rotazione di questi ultimi che sono coloro i quali, per il ruolo che rivestono, invece dovrebbero ruotare più spesso.

Appare strano che si corra per le rotazioni dei dipendenti, mettendo a rischio l’intera stabilità del Corpo nell’erogazione dei servizi in quanto si è spostato il personale senza formarlo preventivamente e quando lo si è formato in modo postumo lo si è fatto su argomenti che non sono propri dell’attività nuova che è chiamato a svolgere.

Ma oramai così si è fatto.

Questo è quanto è passato agli archivi storici.

Adesso, prima o poi, toccherà però alle rotazioni dei dirigenti.

Allora ci siamo chiesti, partendo dal presupposto che per noi tutti i Dirigenti sono bravi, belli e preparati allo stesso identico modo, perchè non li facciamo ruotare nei gruppi municipali attraverso un sorteggio pubblico?

Magari per evitare che qualcuno possa pensare che questi ritardi siano dovuti al fatto che non si riescano a mettere d’accordo su quali gruppi andare a comandare quasi come se ci si trovasse ad un mercato: io vado a quel gruppo, no ci voglio andare io,guarda è meglio se ci va lei.

Mettiamo tutti i nominativi dentro un’urna e via.

Sorteggio!

Trasparenza e nessuna eventuale ingerenza da parte di nessuno.

Questa non dovrebbe essere una amministrazione trasparente?

 

Annunci

Ci hanno arresi?

Ve lo diciamo da subito: non proseguite la lettura se ancora confidate nelle istituzioni. O se pensate che dobbiamo sempre usare il gergo “sindacalmente” corretto.

Saremo provocatori. Molto provocatori.

Siamo nel periodo fiabesco preferito dai bambini, quello di Babbo Natale, ma noi abbiamo rinunciato a credere nelle favole da tempo e preferiamo tenere i piedi per terra.

Se proprio volete farvi il sangue amaro ed un travaso di bile, allora proseguite a vostro rischio: noi ce ne laviamo le mani.

Ricordate quando vi dicevamo che le rotazioni anticorruzione servivano ad ottenere del personale impreparato al posto giusto al momento giusto?

Bene, ora leggete con attenzione questo articolo:

05hearts

Ora immaginate che un collega appena ruotato legga questo articolo. Lui già sa di non essere preparato ad affrontare il nuovo lavoro che lo attende per due “semplici” motivi:

  1. E’ stato spostato prima di essere formato al nuovo incarico;
  2. Sarà formato con un corso ritenuto dallo stesso comandante della Scuola del Corpo non sufficiente ( vedi nota protocollo 296630 del 30/11/2016).

Allora questo collega penserà inevitabilemente a “non rischiare”, ad “evitare problemi”. Non sarà tranquillo nè sereno. Si arrenderà. Semplicemente. Con buona pace di tutti i ben pensanti che fanno i forti con le terga altrui…

Da facili profeti vi diciamo che queste richieste di risarcimenti danni aumenteranno nel corso del tempo. Hanno trovato il ventre molle dell’amministrazione. L’ultima ruota del carro.

Complimenti a chi ha ideato, realizzato e portato a compimento questo sfascio.

Speriamo che dopo la ritirata ci sia almeno la possibilità di un armistizio.

Speriamo di sbagliarci, stavolta.

Modafferi: la ruotiamo? e 2…

10
Inserisci una didascalia

Sono come un macigno pesante che piove sul Corpo della Polizia Locale di Roma le parole utilizzate dalle organizzazioni sindacali dei taxi romani:

“Per anni abbiamo denunciato alla Polizia Municipale di Roma ed in particolare alla Squadra Vetture, comandata dalla Dott.ssa Modafferi, macroscopiche anomalie presenti nel comparto, come le 80 concessioni NCC del comune di Greccio: ma probabilmente, i caschi bianchi, ricevevano più ordini per controllare ogni minuzioso cavillo della normativa nei confronti dei tassisti che disposizioni per contrastare le anomalie suddette”.

Temevamo che questo attacco potesse un giorno o l’altro arrivare e per questo, quasi un anno fa, avevamo già chiesto la rotazione solo precauzionale (ognuno è innocente fino all’ultimo grado di giudizio) della Dirigente Modafferi:

Condannata la Modafferi. La ruotiamo?

I destinatari di questa nostra richiesta non potranno certo dire che non sapevano.

Ora attendiamo la risposta della nuova amministrazione capitanata da Virginia Raggi.

Forse, se lo avessimo fatto un anno fa, queste dichiarazioni sulla stampa non sarebbero  neanche comparse.

Lo avevamo scritto ben chiaro: “al fine di evitare l’esposizione per lo stesso Corpo e per il Comune di Roma al rischio di non essere considerato “super partes”

Ma d’altronde cosa gli importa adesso?

Due su tre neanche ci sono più ad occuparsi di Roma.

Some content on this page was disabled on 5 August 2016 as a result of a DMCA takedown notice from 123RF.COM. You can learn more about the DMCA here:

https://en.support.wordpress.com/copyright-and-the-dmca/

Stop alle rotazioni!

Situazione odierna: il vigile viene ritenuto a rischio corruzione e lo si sposta dal Gruppo X al Gruppo Y

Situazione prossima ventura: il vigile che è stato trasferito al Gruppo lo si manda a fare controlli nel gruppo X.

Si capisce bene che entrambe le soluzioni sono in contrasto tra di loro.

Noi riteniamo che l’impiego delle pattuglie, come tra l’altro già avviene, possa pure essere distolto dal territorio e che, comunque, questa scelta porta a difficoltà operative soprattutto per i servizi resi alla cittadinanza.

Al comando hanno poltrone comode, stipendi grandi e spalle larghe per affrontare al meglio questi problemi.

D’altronde questi sconquassi organizzativi li stiamo già vivendo sulla nostra pelle e non ci sembra che siano minori.

Se ne dovrebbe parlare se ci fosse un serio e leale confronto tra le parti. Quello che cercano invece è solo giustificare la loro presenza esaltando le proteste dei lavoratori ed imputandogli la resistenza a chissà quale cambiamento.

Per questo abbiamo provveduto a richiedere la sospensione delle rotazioni perchè entrambe le scelte organizzative non stanno in piedi.

A noi ci potrebbe pure stare bene come idea, basta che si fermino le rotazioni, altrimenti facciamo l’errore che ci segnano in blu a scuola elementare: mischiamo mele e pere!

Sfidiamoli sul loro stesso campo. Questa è la battaglia storica che prima o poi dovremo intraprendere.

Rilanciamo l’invito che vi abbiamo fatto ieri: non fatevi strumentalizzare le assemblee!.

Fateci dire, per una volta, che ci sbagliavamo a pensar male…

E come l’anno scorso….

10 repubblica

Ci rivolgiamo a tutti i colleghi: il piatto che si sta apparecchiando è come quello dell’anno scorso. Stesso metodo comunicativo.

Ci sembra di ricordare che sia anche la stessa penna giornalistica.

Le assemblee della settimana saranno vendute di nuovo all’opinione pubblica come quelle di chi si oppone a questa soluzione. Fatele, ma state attenti al messaggio che farete uscire.

Ricordatevi che manca un mese all’inizio del giubileo e poco più di nuovo a capodanno.

Ogni disservizio sarà imputato ai vigili che protestano contro le norme anticorruzione e non alle loro scempiaggini gestionali.

Noi già abbiamo allertato la Commissione di Garanzia per i comportamenti tenuti dalla dirigenza. Allo scadere dei 30 giorni chiederemo l’accesso agli atti alla Commissione per i provvedimenti che avranno adottato. Alla faccia dell’immobilismo…

Hanno deciso di spostare le pattuglie sul territorio sguarnendo i già risicati gruppi municipali a seconda delle richieste di intervento che probabilmente gli chiede la politica? Spostando le truppe cammellate per fare ammuina?

Hanno deciso di inviare i controlli dove vogliono loro togliendo autonomia ai gruppi?

Avranno allora la forza di motivare il perchè alcuni vengono controllati ed altri no…

Sinceramente, chi ha problemi ad essere inviato in un altro Gruppo durante la giornata per svolgere il suo lavoro? Non certo noi che siamo onesti.

Ora nei gruppi avremo due pattuglie per turno che vanno a Prati o Trevi per gli ambulanti.

Una pattuglia fissa per i campi nomadi.

Le pattuglie per i controlli congiunti di Amministrativa ed edilizia.

Se poi arriva un IOsegnalo di mattina e vine lavorato alle 3 di notte potremo sempre dire che sono i vigili che lo boicottano perchè sono una lobby potente….

Sono finiti.

Non hanno più nulla in mano perchè a livello gestionale non sanno più a che santo votarsi.

Non date ossigeno a chi ne è privo!

Non date sponde a chi sta annegando!

Non siate VIGGGILI

I vigili devono studiare!

Vi ricordate quanto avevamo denunciato qualche giorno fa?

Ecco che si corre a mettere una pezza:

11

Cominciano i corsi per tutti coloro che sono stati trasferiti, fino a giugno 2015, per le rotazioni anticorruzione.

A distanza di quasi un anno fanno i corsi per formarli?

Ed in questo anno di lavoro i primi trasferiti che cosa hanno combinato?

Ve lo diciamo noi: si sono arrabattati alla bell’ e meglio!

Questa è la professionalità del Corpo più grande d’italia…

10 mesi ci avete messo per capire che la legge vi imponeva di formare coloro i quali dovevano sostituire i ruotati. In questi 10 mesi avete lasciato i lavoratori soli perchè tanto “è corpa dei viggili”…

Ora mandate i colleghi a studiare, ma voi dietro la lavagna quando vi ci mettete?

11

Vigili per il giubileo assenti a causa rotazioni anticorruzione?

Il 1° Ottobre è stata portata avanti dal Comando del Corpo un’altra ondata di rotazioni per l’applicazione del piano triennale anticorruzione approvato dal Comune di Roma.

Abbiamo posto l’attenzione solamente ai due gruppi centrali come il 1° Prati ed il 1° Trevi in quanto si occuperanno in via principale della gestione del Giubileo della Misericordia.

Fino ad oggi da questi due gruppi, secondo le informazioni in nostro possesso, sono fuoriusciti e quindi trasferiti:

02/01/2015 : 9 unità

08/04/2015 : 16 unità

27/06/2015 : 16 unità

01/10/2015 : 28 unità

Circa 70 unità di personale quindi. Entro il prossimo scaglione, quello a ridosso dell’avvio del Giubileo, si dovrebbe arrivare a circa 100 unità.

A questo punto ci è sorto un dubbio: il personale ruotato può essere di nuovo impiegato sul territorio che ha dovuto lasciare per evitare il radicamento territoriale?

Abbiamo girato la domanda all’Anac ed al suo presidente.

La richiesta a Cantone

Il radicamento territoriale vale solo a giorni alterni?

Crediamo che questo sia una dei tanti punti di caduta di questo piano di rotazioni che, forse anche lo stesso comune, si è accorto sia controproducente soprattutto durante il Giubileo.

Risultati immagini per error