Roma sporca e Ciampino pulisce!

Siamo all’incredibile!

Vi raccontiamo una storia avvenuta oggi che descrive come a Roma si sia superato ogni limite al paradosso.

Alle ore 15,40 avviene un grave incidente in Via di Ciampino.

Un frontale.

Cattura

Si scontrano una Alfa Romeo 147 e una Volkswagen Passat.

Una ferita è stata trasportata al PTV in codice rosso.

Sul posto per i rilievi scientifici e la chiusura di Via di Ciampino tre pattuglie del VII Gruppo Tuscolano della Polizia Locale di Roma. Intervenuta anche la Polizia Locale di Ciampino per la chiusura di Via di Ciampino dall’altro lato della strada.

Al termine dei rilievi succede che la strada si deve riaprire ma è cosparsa di detriti derivati dall’incidente.

La Polizia Locale di Roma contatta l’AMA che informa la nostra centrale operativa che non interverrà, come purtroppo molte volte accade,  a pulire la strada.

Allora cosa succede?

Succede che la ditta privata incaricata di pulire le strade per il comune di Ciampino, sembra proprio che si chiami Sicurezza ed Ambiente, quella cacciata dal Comune di Roma (ma che interviene ancora se è coinvolto un mezzo dell’atac…), provveda alla pulizia della strada in assenza di intervento del comune di Roma!

Chiediamo allora al Comune ed al Comandante Porta come sia possibile accettare una situazione del genere. A Roma siamo davvero costretti ad elemosinare l’intervento da coloro i quali abbiamo in fretta e furia “cacciato dal tempio“?

Roma ha sbagliato prima o ha sbagliato oggi?

Vi avvisiamo che noi la sporcizia per strada non possiamo nasconderla sotto al tappeto stradale: uscirebbe dalle buche!

Annunci

Sapete chi pulirà la strada?

N E S S U N O

E’ questo il regalo di fine anno che ci hanno rifilato.

photo_2017-01-03_10-50-25

Le date a cavallo di capodanno sembrano piacere tanto a qualcuno visto che si sovrappongono con metodica quasi ossessiva.

Il 31/12/2013 terminò l’appato che affidava alla ditta il ripristino delle condizioni di sicurezza stradale dopo gli incidenti stradali.

La pulizia delle strade fu affidata di corsa e senza che neanche lo sapessero alla municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti a Roma

Il 03/01/2015 questo articolo preannunciava gli avvii delle procedure giudiziarie.

Oggi, sempre 03/01, apprendiamo che l’AMA non se ne occuperà più perchè dopo 3 anni si è accorta evidentemente che questa pulizia non era in convenzione.

E noi che facciamo?

Semplice: chiamiamo le ditte di manutenzione stradale.

Questa la soluzione che sembra essere stata adottata dal Comando del Corpo per “tamponare”( mai termine fu più adatto), ma abbiamo due semplici perplessità:

  1. nei municipi dove non è prevista la ditta?
  2. se non è prevista in convenzione per l’ama è prevista invece nei contratti di manutenzione stradale già applicati?

Noi profetizziamo solo una cosa: faremo di nuovo il gioco delle belle statuine!

Almeno fino a che non si sbrigheranno a firmare questa benedetta convenzione.

Possibile che a Roma non si riesca mai a programmare nulla  prima di arrivare alla sospensione dei servizi e lasciare tutto sulle spalle sempre e solo della Polizia Locale?

Si cercano testimoni

A seguito dell’incidente di cui avevamo parlato qui, siamo stati contattati dai familiari del ferito i quali ci hanno richiesto di poter pubblicare il loro volantino per cercare testimoni.

14741197_10211404495974528_1134746750_n

Lo facciamo volentieri ed invitiamo tutti a condividerlo il più possibile.

Abbiamo cancellato i loro numeri di telefono per evitare fraintendimenti; pertanto se state leggendo questo post ed avete visto qualcosa di utile a ricostruire la dinamica, vi invitiamo a prendere contatto direttamente con il VII Gruppo Tuscolano della Polizia Locale al numero di telefono:

0667695495

Ripari le buche? Ca..i tuoi!

Siamo decisi e precisi. Non ci nascondiamo come al solito dietro il “politicamente corretto“.

Sappiamo che la situazione si trascina immutata da molti anni con alterne fortune per i gruppi municipali. Periodicamente ci si trova senza le ditte di manutenzione stradale che provvedono alla riparazione ed alla messa in sicurezza delle strade. Ci sono gruppi più o meno colpiti da queste mancanze a seconda della maggiore o minore sciatteria amministrativa.

I colleghi devono sapere che la normativa si è inasprita per i proprietari delle strade punendo maggiormente le loro colpe od omissioni in caso di incidenti stradali con prognosi superiori ai 40 giorni o, peggio, se mortali.

Con omicidio stradale non si scherza!

I colleghi nostri iscritti sanno che per loro è sempre prevista l’assistenza legale anche in ambito penale a meno di fatti che siano commessi con dolo o colpa grave.

Sappiate che invece non tuteleremo coloro i quali, dopo i nostri ripetuti appelli, incappino in problematiche giudiziarie e disciplinari a seguito di “volanti” riparazioni stradali.

Non siamo in uno stato di calamità e di emergenza, siamo alla manutenzione ordinaria.

Ci spiace.

In caso vi farete assistere dal Sindacato Unitario Lavoratori Manutenzione Stradale.

Non certo da quello della Polizia Locale.

 

E’ obbligatorio rilevare un incidente stradale?

Riproponiamo un quesito che da sempre stimola i dibattiti all’interno dei corridoi dei diversi corpi  chiamati a rilevare incidenti stradali.

Un incidente stradale va sempre rilevato?

Alleghiamo la Circolare Ministero Interno su rilievo incidenti del 02/01/2007 che testualmente recita :

in caso in cui le parti in causa siano disposte alla compilazione della cosiddetta “constatazione amichevole di incidente” (CID), il personale di polizia intervenuto non ha altra incombenza che quella di assicurare le condizioni di sicurezza e viabilità per la circolazione

 

 

Incidente stradale a Via Riserva Grande

Alle 6,00 di stamattina incidente in via della Riserva Grande altezza Via Casorezzo un veicolo, VW Polo, è finito fuoristrada.

Sono dovuti intervenire anche i Vigili del Fuoco per effettuare i soccorsi.

Uno dei quattro occupanti del veicolo, un 21 enne, è stato trasportato al Policlinico Gemelli in codice rosso a causa delle ferite riportate.

Sul posto per i rilievi scientifici una pattuglia del XV Cassia e una del XIV Montemario.

photo_2016-07-16_09-12-08photo_2016-07-16_09-12-15

Dall’entrata in vigore delle nuove norme sull’ “omicidio stradale” c’è stato un incremento delle attività di Polizia Giudiziaria da svolgere a seguito dei rilievi di incidenti.

Il personale messo a disposizione dai vari uffici infortunistica dei gruppi è però sempre lo stesso.

Siamo al paradosso che probabilmente dovremo rinforzare gli uffici con personale tolto dalla strada che invece dovrebbe essere impiegato nel prevenirli gli incidenti.

Quindi di nuovo probabilemente aumenteranno gli stessi.

Ci stiamo avvitando in una spirale perversa e se non si interviene subito con assunzioni che porti il personale ad un livello decente (ora siamo circa 5850), sbloccando il concorso fermo,  purtroppo non riusciamo a vedere futuro roseo per la sicurezza stradale a Roma.

maxresdefault
spirale perversa

Incidente mortale a Via Milano

2
incidente

Poco dopo le 22,30 grave incidente tra un Aprilia Scarabeo e una Smart in Via Milano, all’incrocio con Via Nazionale.

Il conducente dello Scarabeo, un ragazzo di 25 anni, è deceduto sul posto. Il traforo di Via Milano è rimasto chiuso per tutto il tempo dei rilievi scientifici effettuati dalla pattuglia del VII Gruppo Appio in collaborazione con altre tre pattuglie del I Trevi.

Poco dopo la mezzanotte un altro grave incidente sul Lungotevere Arnaldo da Brescia 14. Coinvolti cinque veicoli: una Fiat Punto, una Opel  una Ford Fiesta, una Ford Focus ed una Ferrari.

Sei le persone ferite, due in codice rosso trasportati al Policlinico Gemelli e Santo Spirito; due trasportati in codice giallo all’Aurelia Hospital, e due in codice verde al Fatebenefratelli. I rilievi sono stati effettuati dalla pattuglia del XV Gruppo Cassia, coadiuvata dalle pattuglie del I Gruppo Prati e XIV Gruppo Montemario.

Quasi la metà delle pattuglie a disposizione per tutta Roma per il servizio notturno sono state impegnate per rilevare questi incidenti. Se aggiungiamo quelle impegnate in modo fisso sui diversi campi di baracche dei nomadi allora il quadro della situazione è preoccupante. Un argomento che il prossimo sindaco dovrà per forza affrontare: per aprire la Polizia Locale la notte bisogna tagliare i servizi del giorno. La coperta è cortissima.

C’era una volta un impiegato comunale…

Caro Governo,

vogliamo raccontarti una piccola storiella accaduta mentre voi eravate impegnati in frenetiche e faticose attività politiche.

In una città famosa per avere dato i natali politici all’attuale Ill.mo et eminentissimo Matteo I di Chigi, è avvenuto un incidente stradale molto grave.

L’attività di rilievo di questo incidente è stata affidata, sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica, alla Polizia Municipale.

Sono così scesi in campo degli impiegati comunali che, sotto l’obbligo di indossare una uniforme impartito dal loro datore di lavoro, hanno cominciato ad effettuare dei rilievi tecnici irripetibili.

Fin qui…

All’improvviso un uomo ha preso la decisione di tentare di rapinare una donna proprio davanti a questi impiegati.

Immediatamente questi impiegati,mostrando il badge regolarmente obliterato ad inizio turno, sono intervenuti ed al grido “alt! Fermati è il comune che te lo ordina” sono riusciti ad abbracciare il tizio ed a prestargli una coppia di braccialetti metallici da portare elegantemente ai polsi tenuti dietro la schiena.

Caro Governo tutto questo lavoro per dei semplici impiegati comunali non ti sembra troppo? Nelle giornate di sabato poi? 

Questi impiegati hanno rovistato in tutte le tasche possibili ma non sono riusciti a trovare neanche 80€.

A quando un contratto che equipari questi impiegati comunali più a dei poliziotti visto che di scrivanie , in tutto quanto abbiamo descritto, ne abbiamo viste ben poche?

Continuano a cadere alberi a Roma

Dopo aver parlato recentemente di questo albero, anche oggi Roma ha visto la sua “potatura spontanea”.

Erano circa le 14.00 quando in Viale XVII Olimpiade un altro albero si è improvvisamente accasciato al suolo.

Stavolta purtroppo stava transitando una Fiat Punto che è stata colpita.

Il conducente dell’auto è stato trasportato in codice giallo al pronto soccorso del Santo Spirito.

L’albero è stato poi rimosso grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco e l’Ama è intervenuta per ripulire la strada dai detriti.

Dei rilievi di rito si è occupato il II Gruppo Parioli.

Dalle foto possiamo notare come è stata una fortuna che non ci fosse un passeggero a bordo dell’auto altrimenti le conseguenze sarebbero potute essere peggiori.

Ancora una volta dobbiamo ringraziare la fortuna, ma crediamo sia non più differibile un controllo completo e costante degli alberi a Roma, potenziando un servizio giardini che oramai ha le forze ridotte al lumicino.

Corso Italia: auto cade di sotto!

      
   

Intorno alle 5.00 spettacolare incidente avvenuto in Corso Italia dove un veicolo, dopo avere abbattuto le barriere, è finito nel sottopasso che , per fortuna, non vedeva transitare nessuno al momento del fatto.

Il conducente dell’auto è stato trasportato in codice giallo presso il Policlinico Umberto I.

Dei rilievi si sono occupate le pattuglie del II Gruppo Parioli.

Non è la prima volta che accadono fatti del genere. Queste barriere dovrebbero contenere ed assicurare la tenuta eppure sembra che anche una utilitaria le abbatta facilmente.

I proventi delle contravvenzioni dovrebbero servire anche ad ammodernarnare queste strutture di difesa passiva, invece non sappiamo che fine facciano.

 Non possiamo sempre contare sui miracoli.