Roma sporca e Ciampino pulisce!

Siamo all’incredibile!

Vi raccontiamo una storia avvenuta oggi che descrive come a Roma si sia superato ogni limite al paradosso.

Alle ore 15,40 avviene un grave incidente in Via di Ciampino.

Un frontale.

Cattura

Si scontrano una Alfa Romeo 147 e una Volkswagen Passat.

Una ferita è stata trasportata al PTV in codice rosso.

Sul posto per i rilievi scientifici e la chiusura di Via di Ciampino tre pattuglie del VII Gruppo Tuscolano della Polizia Locale di Roma. Intervenuta anche la Polizia Locale di Ciampino per la chiusura di Via di Ciampino dall’altro lato della strada.

Al termine dei rilievi succede che la strada si deve riaprire ma è cosparsa di detriti derivati dall’incidente.

La Polizia Locale di Roma contatta l’AMA che informa la nostra centrale operativa che non interverrà, come purtroppo molte volte accade,  a pulire la strada.

Allora cosa succede?

Succede che la ditta privata incaricata di pulire le strade per il comune di Ciampino, sembra proprio che si chiami Sicurezza ed Ambiente, quella cacciata dal Comune di Roma (ma che interviene ancora se è coinvolto un mezzo dell’atac…), provveda alla pulizia della strada in assenza di intervento del comune di Roma!

Chiediamo allora al Comune ed al Comandante Porta come sia possibile accettare una situazione del genere. A Roma siamo davvero costretti ad elemosinare l’intervento da coloro i quali abbiamo in fretta e furia “cacciato dal tempio“?

Roma ha sbagliato prima o ha sbagliato oggi?

Vi avvisiamo che noi la sporcizia per strada non possiamo nasconderla sotto al tappeto stradale: uscirebbe dalle buche!

Annunci

Condannata la Modafferi. La ruotiamo?

L’aeroporto di Ciampino pare essere una spina nel fianco della Vice Comandante del Corpo Raffaella Modafferi e si trasforma di nuovo in una buccia di banana.

Dopo quanto avvenuto nel 2012, descritto in questo articolo, quando si parlava di un permesso per parcheggiare la propria macchina  privata all’interno dell’aeroporto di Ciampino, oggi la stessa testata giornalistica

4

informa che una condanna in sede civile si è abbattuta sulla Dott.ssa Modafferi e il Dottor Buttarelli.

Immaginiamo che i fatti possano essersi svolti proprio in quel periodo in cui il Dott. Buttarelli era al Comando del Corpo.

E’ solo una condanna in primo grado, definita però di una gravità tale da approssimarsi al dolo.

Qui la mente ci va al comportamento giustamente tenuto dal comune e dal comando in caso di condanna dei semplici vigili. Vengono sospesi dal servizio e/o trasferiti di gruppo.

Allora perchè non applicare lo stesso provvedimento anche ai dirigenti?

Chiediamo pertanto all’Assessore alla legalità ed alla trasparenza Sabella di verificare se sia opportuno o meno che la Vice comandante del Corpo, che comanda anche il GPIT che si occupa di quegli specifici controlli sui trasportatori abusivi,  sia o meno da conservare nell’incarico o si debba procedere ad una “rotazione d’opportunità”.

Legali e trasparenti su tutto e tutti!

Sempre.