Lettera a Montanari e Meleo

Care Assessori del comune di Roma,

qui di seguito vi mostriamo ciò che la ditta AMA non ha pulito in Via Boccea per l’incidente avvenuto ieri sera:

A noi operatori della Polizia Locale poco cambia se siamo impiegati a chiudere una strada oppure a controllare le soste nelle isole pedonali oppure a controllare le occupazioni dei tavoli dei bar oppure gli altri 1000 mila incarichi che abbiamo.

Ma voi, delegate dalla sindaca per gestire i problemi dei vostri assessorati, siete sicure che le 6 linee di autobus deviate perché Ama non pulisce la strada non creino qualche “fastidio” ai cittadini utenti?

A breve presenteremo un esposto in procura su questi mancati interventi di pulizia per chiedere di verificare se si stiano o meno commettendo dei reati.

Con immutata stima

Gli attendisti di interventi AMA che siamo noi

p.s. non vogliamo gettare croci, ombre o responsabilità su qualcuno o qualcosa. Vogliamo solo chiedere di verificare se la pulizia delle strade sia o meno un servizio che si può tagliare  anche a discapito della sicurezza stradale. Così ci regoleremo anche noi operatori di PL.

Annunci

Sapete chi pulirà la strada?

N E S S U N O

E’ questo il regalo di fine anno che ci hanno rifilato.

photo_2017-01-03_10-50-25

Le date a cavallo di capodanno sembrano piacere tanto a qualcuno visto che si sovrappongono con metodica quasi ossessiva.

Il 31/12/2013 terminò l’appato che affidava alla ditta il ripristino delle condizioni di sicurezza stradale dopo gli incidenti stradali.

La pulizia delle strade fu affidata di corsa e senza che neanche lo sapessero alla municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti a Roma

Il 03/01/2015 questo articolo preannunciava gli avvii delle procedure giudiziarie.

Oggi, sempre 03/01, apprendiamo che l’AMA non se ne occuperà più perchè dopo 3 anni si è accorta evidentemente che questa pulizia non era in convenzione.

E noi che facciamo?

Semplice: chiamiamo le ditte di manutenzione stradale.

Questa la soluzione che sembra essere stata adottata dal Comando del Corpo per “tamponare”( mai termine fu più adatto), ma abbiamo due semplici perplessità:

  1. nei municipi dove non è prevista la ditta?
  2. se non è prevista in convenzione per l’ama è prevista invece nei contratti di manutenzione stradale già applicati?

Noi profetizziamo solo una cosa: faremo di nuovo il gioco delle belle statuine!

Almeno fino a che non si sbrigheranno a firmare questa benedetta convenzione.

Possibile che a Roma non si riesca mai a programmare nulla  prima di arrivare alla sospensione dei servizi e lasciare tutto sulle spalle sempre e solo della Polizia Locale?

Cara Ama ti scrivo….

Mutuando un poco la moda lanciata dall’ex sindaco di Roma, rispondiamo con una lettera aperta alle vostre richieste di aumentare il servizio della polizia locale per intervenire e rimuovere le macchine in sosta vietata anche nelle ore serali per favorire lo svuotamento dei cassonetti.

Ci piace rispondere con i numeri:

Stanotte erano a disposizione della centrale operativa ben 8 pattuglie per tutti gli interventi:

Trevi

Parioli

Torri

Tuscolano

Mare

Marconi

Aurelio

Cassia.

Tutto qui.

Per la capitale d’Italia. Per una città che si appresta fra 30 giorni ad affrontare un Giubileo.

Scommettiamo che forse avevate più mezzi voi fuori in giro per Roma?

E voi, dalle pagine dei quotidiani, chiedete rimozioni per le soste davanti ai cassonetti?

Ben sapendo, tra l’altro, che ci hanno tolto la possibilità di usufruire dei carri rimotori.

Come pensate possiamo svolgere per bene il nostro lavoro in queste condizioni?

Cara Ama ci scrivi, cosi ci distrai un po?