Divisa ecologica? Abbiamo la foto esclusiva!

Il titolone del quotidiano ci ha incuriosito e siamo andati a scartabellare in mezzo ai polverosi archivi che sono custoditi nei sotterranei quasi inaccessibili del Comando del Corpo e siamo venuti in possesso di questa gustosa novità che ha contribuito a riempire le pagine delle cronache.

Potevamo indossare delle comode Polo in cotone? Nooo.

Non gli andava bene e fondamentalmente eravamo anche d’accordo con loro

Invece il comando ci ha smentito ed anzichè puntare su una razionale spesa ecoinsostenibile ha deciso di soprendere tutti e buttarsi su di una spesa pazza ed ecologica.

Chissà se nei saloni del comando faranno una presentazione alla stampa come questa

La foto in anteprima è questa.

Informiamo l’attenta stampa che la useremo anche per occultare i nostri autovelox e street control.

 

 

Annunci

Armati di spray alla Stazione Termini!

Sembra incredibile ma è vero.

Dalle immagini che abbiamo sembrano dei veri e propri spray a getto balistico.

Non sono però in dotazione ai colleghi del Nucleo Termini della Polizia Locale di Roma.

Noi continuiamo ad avere il sempre eterno spray a nebulizzazione fornito nei primi anni di questo millennio ma con progettazione del millennio scorso.

Il nostro spray è di tipo ” a nebulizzazione”. Significa che quando viene spruzzato si produce una specie di nuvola di sostanza irritante nebulizzata. Questa nuvola, una volta prodotta va letteralmente dove tira il vento!

Ora immaginiamo un uso in una stazione affollata come quella di Termini di una sostanza irritiante nebulizzata e crediamo che la frittata sia pressochè fatta.

Sono anni che si parla di una nuova dotazione di difesa personale per la Polizia Locale con lo spray a getto balistico che va diretto proprio dove l’operatore ha deciso di lanciarlo.

Sapete allora chi è stato dotato di questo nuovo e più utile spray?

Esatto: gli operatori delle ferrovie.

Se Trenitalia tiene alla sicureza del proprio personale, lo stesso non possiamo certo dire del nostro Comando e del nostro Comune.

E non dicano che non ci stavano lavorando….

Leggete qui 

Avete finito di valutare o semplicemente è stata detta una ca…volata?

Obama a Milano: che caduta di stile!

Ai più è apparso chiaro ed evidente come il Comune di Milano, attraverso la sua Polizia Locale, abbia avuto una caduta di stile nell’accogliere la visita dell’ex Presidente degli USa Obama già premio Nobel per la pace.

Alla vista di questa foto molti, specie a Roma, sono rimasti esterrefatti ed hanno reagito più o meno in questo modo:

Cattura2

La Polizia Locale viene impiegata in compiti di sicurezza nello scortare un ex presidente americano e si presenta con quel cappellino da baseball, un “giumbotto” smanicato, ed una tutaccia stile squadraccia del nostro GSSU?

Ma dai.

Ma fateci il piacere.

Moda Roma altro che modello Milano!

Volete mettere come operatività, vestibilità e sicurezza una bella giacca e cravatta?

Cattura

Stiamo sempre un passo avanti a Milano!

P.s. per coloro i quali magari ci avessero dato ragione in quel che scriviamo vi diciamo che stavamo scherzando. Il nostro vestiario andava bene, forse neanche, tanto, nel millennio scorso… W il modello Milano!

P.S.2 Per qualcuno che magari reputa “strane” le nostre richieste tanto da farci magari un bell’articolo polemico su di un quotidiano, anticipiamo che stiamo combinati come vestiario come se questo giornalista scrivesse il suo bell’articolo con calamaio, pergamena e piuma d’oca. Te capì?

Nuovi limiti di velocità sulla Colombo?

Cattura

La foto è presa dal gruppo facebook “c’è vita sulla colombo“.

Si coprono e si scoprono i limiti di velocità imposti ed abbassati a causa delle note problematiche del manto stradale che probabilmente è stato causa di qualche incidente stradale.

Risultati immagini per limite velocità colombo roma

In questa giungla di limiti, divieti e cambi di velocità, in attesa di vedere ripristinata con lavori la sicurezza della importante arteria, siamo riusciti forse a capire come si interviene per decidere la velocità da apporre su di una strada….

Nel frattempo noi dobbiamo operare cercando di ricordarci che tipo di limite esiste e dobbiamo fornire informazioni il più possibile corrette ai cittadini.

Ma se pò lavorà così?

Arriva l’ordine: fuori i vigili dai bar!

È questa la sintesi dell’ordinanza n°060606 del 01/04/2017 a firma dell’amministrazione centrale.

Si legge testualmente che “è vietato per i titolari di esercizi commerciali tipo bar consentire ingresso nei loro locali agli appartenenti al Corpo della Polizia Locale dei Vigili Urbani

La sanzione è pesante e va dai 15.000€ alla prima violazione fino ai 150.000€ per la reiterazione con ritiro della patente di guida dell’esercizio commerciale.

Pronta la risposta che ci è pervenuta dal presidente dell’associazioni amici dei piccoli bar. Il Sig Etto Antonio, titolare dell’omonino bar, ci dice:” 5800 caffè in meno al giorno saranno una mazzata per i 5800 piccoli esercizi come i nostri. Saremo costretti a chiudere”

Arriva anche la risposta del vice presidente dell’associazione baristi in crisi, il Sig. Cameno Flavio, titolare dell’omonimo bar:” È incredibile che ogni azione colpisca sempre un settore in crisi. Già il cornetto vegano ed il cappuccino senza lattosio ci avevano fiaccato. Ora questo. Abbiamo come clienti solo i vigili, come faremo?

In ultimo la risposta di Cellona Carmen titolare dell’omonimo bar e di origine catalana: ” La nostra Policia Municipal prende anche la paella insieme al caffè, avevamo intenzione di lanciare questo prodotto anche qui a Roma: caffè +paella a 7€. Ora che faremo?

Il nostro studio legale “Fisherman ed associati” sta preparando ricorso al Tar di Civitavecchia competente per materia in quanto è paradossale che il rispetto ed il controllo dell’ordinanza sia demandato proprio a coloro i quali sono impossibilitati ad accedere ai bar. Dove troveremo poi il personale per i controlli?

Va bene che siamo sotto Pasqua, ma non crediamo che il sindaco sia poi capace di moltiplicarci come i pani ed i pesci!

 https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=httpsulplcom-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B01CG529PA&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr

Che differenza c’è tra i Vigili Urbani e la Juventus?

Prima di dare questa risposta devo precisare che chi scrive questo pezzo è di comprovata fede bianconera, quindi le sensazioni che si riporteranno sono dovute a quella malattia personale endemica in molte zone d’Italia che si chiama TIFO.

Non se ne vogliano coloro i quali hanno contratto un virus di TIFO con un ceppo diverso.

1484677328421-jpg

La domanda era: che differenza c’è tra i Vigili Urbani e la Juventus?

La risposta è: NESSUNA

Una è vista come il fumo agli occhi dalla stragrande maggioranza delle persone, gli altri pure.

Una ha una divisa riconoscibile in tutta Italia, gli altri pure.

Una è vista con favore solo da chi si giova della sue prestazioni professionali, gli altri pure.

Una è additata ad esempio negativo in ogni occasione possibile specie sulla stampa, gli altri pure.

Per una è difficile che si dica che ha lavorato bene, per gli altri pure.

Una ha il nome sempre storpiato in senso dispregiativo, gli altri pure.

Una “è ma calciopoli…“, gli altri “è ma capodanno…

Una trova fior di opinionisti tuttologi in tv, magari la domenica, pronti a dargli addosso in ore ed ore di trasmissioni, gli altri pure.

Una trova sempre chi l’avrebbe fatta lavorare meglio e di più, gli altri pure.

Una si chiude a riccio e continua a lavorare nonostante tutto e tutti, gli altri pure.

Una si prende le colpe degli insuccessi di altri, gli altri pure.

Una ha stipendi più che dignitosi, gli altri no.

Ecco.

Forse ho trovato l’unica differenza.

Oltre al fatto che in Italia, purtroppo, si parla più di un rigore della Juventus che di un caduto con indosso una divisa della Polizia Locale.

Stefano Giannini

Come si diventa leoni da tastiera?

Diventare leone da tastiera. In pratiche lezioni con uscite periodiche.

edicola

Edito da Sulpl Roma.

Oggi in regalo la prima uscita

Sparatoria in campo nomadi

1) vigile spara ma non colpisce il nomade in fuga: ha sbagliato a sparare, doveva prenderlo.

2) vigile spara ma colpisce il nomade in fuga: ha sbagliato a sparare, non doveva prenderlo.

La differenza sta tutta nel dove posizionare il NON nella frase a seconda degli accadimenti.

Ora potete cominciare a cimentarvi nei commenti.

Arrivederci alla prossima uscita.

 

Vigili urbani beccati mentre ricevono regali!

Ma è tutto prescritto!

Questa è l’Italia.

Le immagini sono forti e le abbiamo nascoste dietro ad un link in modo tale da non suscitare troppo sdegno in coloro i quali dovessero per caso imbattersi in esse.

Le immagini purtroppo sono inequivocabili ed i colleghi sono indifendibili.

Si vedono benissimo che sono in servizio ed alcuni automobilisti si fermano per lasciargli in mano alcune regalie.

Purtroppo sono sono più condannabili in sede penale perchè i reati sono prescritti ma l’indignazione nel frattempo c’è  e resta.

>>>Clicca qui per la foto scandalosa<<<

>>>qui il video<<<

Cosa è cambiato nel corso degli anni rispetto a questa bella immagine?

Oggi sarebbe vista davvero come scandalosa agli occhi di feroci leoni da tastiera, mentre invece racconta di un rapporto legato a doppio filo con i cittadini che si è andato perdendo non solo e soltanto per colpa degli ora Poliziotti Locali allora vigili urbani.

Scusa troppo facile e destinata solo ad acquietare il popolino.

Allora ci si occupava in pratica solo e soltanto di viabilità e polizia stradale (neanche gli incidenti) e l’amministrazione politica solo quello chiedeva al personale ed il personale riusciva a soddisfare tutte le esigenze.

Oggi invece le incombenze che ci piovono addosso sono molteplici ed ogni giorno aumentano sempre di più senza che la politica o la dirigenza riesca a dire basta. Con le risorse che abbiamo questo non possiamo farlo.

Hanno paura a dire che l’organico nel 2017 è inferiore a quello di 17 anni fa o di 30 anni fa, con innumeroveli ed accresciuti compiti dati dallo stato ai comune senza il corrispettivo passaggio di personale o risorse economiche. Anzi.

Allora ci ritroviamo con la politica che dice che tutto si può fare, la dirigenza per non dispiacere alla politica dice che tutto si può fare ed il risultato è trovarsi con il personale che vaga da una parte all’altra senza una metà a mettere le toppe ovunque senza alcun reale giovamento.

Si fa un po’ di tutto per dire di averlo fatto senza avere in realtà combinato niente o avere almeno dato l’impressione di farlo.

La Polizia Locale a Roma è di fatto questa:

Rimpastano, rigirano, ruotano, riorganizzano, fanno una giravolta, la fanno un’altra volta,ma sempre a spalare l’acqua stiamo…

Buona Befana.

Discorso di fine anno di Mattarella

Grazie alla potente lobby, siamo riusciti ad avere in anteprima mondiale il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica.

Con la scusa di farlo scendere per fargli spostare la  Lancia Flaminia presidenziale lasciata in sosta in doppia fila, di soppiatto siamo entrati nello studio (ovale?) e ZAC!

Eccolo qui

Buon 2017 a tutti.

Anche al Presidente 😀

Con la speranza, stavolta non è uno scherzo, che il 2017 ci porti davvero quella riforma che aspettiamo da tempo

 

Non ci rompete le scatole!

Stiamo lavorando per voi….

Stavolta siamo in Via caduti della liberazione dove da ieri mattina le pattuglie del IX Gruppo EUR si stanno alternando e dando il cambio per controllare che questa buca non se ne vada in attesa di un intervento di qualche fantomatica ditta di manutenzione stradale che chissà mai quando interverrà.

Ed allora ci si organizza tra la cittadinanza e si segnala come si può il pericolo agli altri utenti della strada.

Con il periodo natalizio il personale si sta preparando a confezionarle con carta regalo per allietare l’attesa…

photo_2016-11-26_08-23-42

 

05BWEL2A
Inserisci una didascalia

Quindi se avete a disposizione scatole varie donatele con fuducia al vostro comune preferito in modo tale che ci si possano impacchettare le buche.

Una simpatica idea natalizia perchè dopo “adotta una buca” ci stava benissimo “regala una buca”.