Approvato il reato di tortura: cosa cambia?

Approvato in via definitiva il disegno di legge che introduce il reato di tortura nell’ordinamento italiano.

Dopo il sì del Senato, nella seduta di ieri anche la Camera ha dato il via libera definitivo al testo di legge, con 195 voti favorevoli, 35 contrari e 104 astenuti.

Noi temiamo che questo possa esporre tutto il personale a “denunce facili” da parte di soggetti che poco o nulla hanno a perdere.

Ci aspettiamo lunghe peripezie giudiziarie della durata di anni, con blocchi di carriera, spese che gravano sulle famiglie degli agenti, titoloni di giornali e sguardi sospettosi di tutti per arrivare, nelle gran parti dei casi ad una sentenza che suona più o meno così: “il fatto non sussiste“.

Allora sai che facciamo provocatoriamente?

Ci attrezziamo con una modulistica apposita come questa?

ATTESTAZIONE NO TORTURA

Che ne dite?

Noi pensiamo che telecamere posizionate ovunque nei nostri comandi e caserme possano essere invece più chiarificatrici di ogni possibile legge.

Però si vuole garantire più la privacy degli arrestati o fermati rispetto alle decine di atti di autolesionismo che invece accadono quotidianamente.

 

Annunci

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...