30.000 incidenti all’anno: chi li paga?

cattura

Come al solito quando danno i numeri non li azzeccano quasi mai!

Questo articolo riporta dei dati completamente sottostimati per circa la metà.

Nel 2016 la Polizia Locale di Roma ha rilevato oltre 30.000 incidenti stradali quindi, al contrario di quanto dichiarato nell’articolo, gli incidenti sono aumentati rispetto al 2006!

Altro che diminuire.

L’ unica cosa che è diminuita è il personale in servizio mentre il lavoro, come vi abbiamo dimostrato, cresce.

E cresce pure inutilmente a volte.

Anche stavolta cerchiamo di spiegarvi il perchè.

Su questi 30.000 incidenti rilevati si contano come unità impiegate, oltre a quelle impegnate sui rilievi, coloro i quali sono chiamati a continuare il lavoro all’interno dell’ufficio. Tale lavoro va dalle comunicazioni ai diversi enti coinvolti, motorizzazione, prefettura, procura ecc, alla verbalizzazione degli illeciti riscontrati, alla raccolta delle documentazioni successive come i referti medici fino alla raccolta delle fonti testimoniali reperite in un secondo momento. Oltre al personale che si occupa della consegna del verbale di incidente a chi lo richiede.

E qui casca l’asino!

2

Quanti sono gli incidenti che vengono richiesti dopo essere stati rilevati?

Secondo i dati in nostro possesso circa il 30%!

Significa che il lavoro di rilevazione di 20.000 incidenti è stato praticamente un costo del tutto inutile.

Chi chiede copia di un incidente stradale, secondo le tariffe stabilite dalla Delibera dell’ Assemblea n° 11 del 18/03/2015, deve corrispondere un pagamento di 17€.

Questi soldi invece non sono riscossi per coloro i quali non richiedono la copia del sinistro.

In pratica, calcolando al minimo due coinvolti per ogni sinistro, il Comune di Roma non incassa circa 680.000€.

Solo perchè le parti interessate non richiedono, dopo i rilievi, la copia del verbale.

Allora da qui nasce la nostra richiesta al comune di considerare, alla richiesta di intervento, già la possibilità di richiedere alle parti le 17€ del verbale di incidente.

Quei 680.000€ che non incassiamo potrebbero essere spesi per migliorare mezzi e strumenti a nostra disposizioni, per velocizzare i rilievi e formare al meglio gli operatori e quindi migliorare di conseguenza anche il servizio che eroghiamo.

Annunci

Un pensiero su “30.000 incidenti all’anno: chi li paga?

  1. Articolo interessante. Sono fermamente convinto che molte persone guidino in maniera dissennata anche perché alla fine non pagano il conto. I costi ospedalieri, ad esempio, se dovessi andare a sbattere contro un palo perché è me pjace andare sempre veloce non li pago né io, né l’assicurazione -come dovrebbe essere-. Li pagate voi cittadini con le vostre tasse.

    Mi piace

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...