Siam pronti…

…l’Italia chiamò!

No!

Col cacchio!

A prefetti e questori si chiede di convocare i Comitati per l’ordine e la sicurezza pubblica provinciale e in quella sede di riverificare ogni situazione di possibile rischio, per predisporre misure di sicurezza idonee. Provvedimenti che possono andare dalla predisposizione di zone di rispetto e prefiltraggio in caso di particolari eventi al posizionamento di barriere (dissuasori, barriere new jersey e transenne) fino alla possibilità di vietare o spostare le manifestazioni in luoghi più sicuri. fonte

Non è che per caso faranno ricorso a quei dipendenti comunali in divisa che lo stesso governo sembra che tenda a considerare solo bassa manovalanza a costo 0 perchè pagata dai comuni?

Si ricordano di noi solo quando gli serviamo, chissà come mai?

 

Annunci