C’era una volta un impiegato comunale…

Caro Governo,

vogliamo raccontarti una piccola storiella accaduta mentre voi eravate impegnati in frenetiche e faticose attività politiche.

In una città famosa per avere dato i natali politici all’attuale Ill.mo et eminentissimo Matteo I di Chigi, è avvenuto un incidente stradale molto grave.

L’attività di rilievo di questo incidente è stata affidata, sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica, alla Polizia Municipale.

Sono così scesi in campo degli impiegati comunali che, sotto l’obbligo di indossare una uniforme impartito dal loro datore di lavoro, hanno cominciato ad effettuare dei rilievi tecnici irripetibili.

Fin qui…

All’improvviso un uomo ha preso la decisione di tentare di rapinare una donna proprio davanti a questi impiegati.

Immediatamente questi impiegati,mostrando il badge regolarmente obliterato ad inizio turno, sono intervenuti ed al grido “alt! Fermati è il comune che te lo ordina” sono riusciti ad abbracciare il tizio ed a prestargli una coppia di braccialetti metallici da portare elegantemente ai polsi tenuti dietro la schiena.

Caro Governo tutto questo lavoro per dei semplici impiegati comunali non ti sembra troppo? Nelle giornate di sabato poi? 

Questi impiegati hanno rovistato in tutte le tasche possibili ma non sono riusciti a trovare neanche 80€.

A quando un contratto che equipari questi impiegati comunali più a dei poliziotti visto che di scrivanie , in tutto quanto abbiamo descritto, ne abbiamo viste ben poche?

Annunci

5 pensieri su “C’era una volta un impiegato comunale…

  1. Il cervello è connesso, ma la carica di ufficiale di polizia no. Serve solo per fare le multe. Quelle potrebbero farle gli ausiliari.altrimenti lasciate pistola, la carica e fare gli impiegati.

    Mi piace

  2. Dopo 37 anni passati in PM devo affermare con rammarico: ognuno ha quello che si merita! Ma che cosa aspettate a lasciare la pistola in magazzino?

    Mi piace

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...