Numero Unico per la Polizia Locale: effetto imbuto?

Stiamo entrando in un sistema sempre più rapido di segnalazione, la tecnologia avanza più velocemente di quanto noi siamo in grado di assorbirla, capirla e trarne vantaggio.

Il NUE (Numero Unico di Emergenza) è un sistema, già presente in molti stati europei da anni, il cui obiettivo è la rapidità di chiamata dal momento in cui il cittadino compone il numero di intervento al momento in cui si rapporta con le istituzioni.

Il NUE ha un elenco di tipologia di segnalazioni con le relative competenze e priorità es: (incidente con feriti si passa prima il 118 a cui poi spetterebbe il compito di chiamare la polizia locale per i rilievi).

A questo sembra si stia aggiungendo il progetto di far partire, con le stesse modalità e sistema, lo 060606; il famigerato chiamaroma del comune che è partito in pompa magna qualche anno fa per poi essere dislocato lontano da Roma.

Si è rivelato, secondo la nostra esperienza, un servizio sempre più distante e poco utile ai cittadini  che componevano questo numero; infatti gli incolpevoli operatori, crediamo per chiudere la chiamata come evasa o qualcosa del genere, non avendo riscontri dagli enti competenti del Comune, inoltravano spesso le telefonate direttamente al 06/67691 o ai gruppi Municipali che si ritrovavano a dover gestire un cittadino sempre più disorientato e insoddisfatto perché comunque non otteneva risposta in merito alla problematica richiesta.

La Polizia Locale, tra l’altro, è l’unica che risponde sempre nelle 24 ore.

Ovviamente nessun  operatore della Polizia Locale, secondo quanto ne sappiamo,  è mai stato formato per rispondere correttamente al telefono, cosa invece importantissima.

Ad esempio capita che le telefonate di richiesta informazioni allo 060606 relative alle sanzioni oppure quando invece non si tratta di informazioni sui blocchi del traffico siano girate alla Centrale Operativa mentre sono in grado di fornirle in modo autonomo in quanto chiaramente pubblicate sul sito del comune di Roma.

Il progetto che si sta sviluppando ora sarebbe quello di collegare lo 060606 con le stesse modalità di funzionamento del NUE; questo comporterebbe una scrematura di telefonate di vario genere che non competono, appunto, alla centrale operativa.

Avranno quindi l’obbligo di gestire e inoltrare la richiesta del cittadino all’organo competente AMA, ACEA, ATAC e non al centralino della Polizia Locale.

Questo è sicuramente un miglioramento netto sia per il servizio reso al cittadino sia per gli operatori.

Molto probabilmente, unendo lo 060606 con questa modalità, si manderà in pensione il vecchio 06/67691 tanto “odiato” dai cittadini e che squilla libero anche se è occupato; le chiamate saranno registrate e avallate dall’invio di una scheda elettronica relativa alla richiesta specifica.

Il grande dubbio che ci rimane è che il sistema è talmente avanzato e veloce, la tecnologia usata talmente futuristica, che superano la capacità finale e reale di gestione della chiamata. La parte finale del meccanismo insomma.

Il problema è sempre lo stesso. Come con ioSegnalo, alla fine in strada ad evadere le richieste ci sono sempre le solite poche pattuglie e qui i tempi di  segnalazione, che vengono sicuramente abbattuti all’inizio, vengono purtroppo vanificati perchè il personale non può certamente intervenire alla stessa velocità a causa delle varie carenze che tutti conosciamo.

Alla fine il risultato è questo: effetto imbuto.

Tutti ci cercano, tutti ci vogliono, tutti ci reclamano…… però pochi ci vedono!

Annunci

Un pensiero su “Numero Unico per la Polizia Locale: effetto imbuto?

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...