Percentuale sulle multe? Ci stiamo!

4

Dopo l’interessante ed illuminante articolo pubblicato sulle pagine de “Il Messaggero” nel quale si paventa la possibilità “di istituire un “bonus multe”. In pratica, a seconda del numero di accertamenti effettuati, i vigili otterranno un’indennità extra specifica” noi rispondiamo che CI STIAMO.

D’altronde più volte dalle stesse colonne dello stesso giornale si è affrontato il problema che non si possono dare indennità non previste dal contratto nazionale. Ora si paventa questa nuova indennità? Bene. Sai che diciamo? Ci stiamo. Anzi.

Rilanciamo!

Pubblichiamo qui di seguito un elenco di proposte che potremmo fare e che lo stesso giornale potrebbe rilanciare tra le sue colonne:

er

  1. “bonus informazioni”: il vigile otterrà 0,50€ per ogni informazione che rilascerà al cittadino ( se in lingua straniera 1€);
  2. “bonus buca” : il vigile otterrà 1,50€ per ogni buca rattoppata in sostituzione del comune;
  3. “bonus adozioni” il vigile otterrà 150€ una tantum per l’adozione di un animale randagio (cane, gatto, pitone,cocorita) in sostituzione del comune:
  4. “bonus incidente” il vigile otterrà 10€ per la rilevazione di un incidente con danni alle sole cose se risolvibile attraverso il modello CAI ( ex CiD);
  5. “bonus telefonata amica” il vigile otterrà 2 € per rispondere al telefono allo sfogo di un cittadino contro le inefficienze della Pubblica amministrazione ( se si aggiunge una parolaccia il bonus sarà di 4€) con addebito direttamente sulla bolletta della luce insieme al canone RAI;
  6. “bonus lei non sa chi sono io” il vigile otterrà 2,50€ per ascoltare il cittadino che pronuncia questa frase ;
  7. “bonus offesa internet” il vigile otterrà 0,10€ per ogni offesa ricevuta sul web da parte del Corpo;

Queste sono i “magnifici 7” bonus che si aggiungono a quello delle multe.

Non pensiamo che il MEFsaggero sia contrario. O no?

Annunci