Tragedia Via del Mare: diamo un senso (unico) alla via.

Due bambine sono morte nel tragico incidente avvenuto sulla Via del Mare avvenuto pochi giorni fa.

Questa strada, insieme alla sua “gemella” Via Ostiense che le corre parallela, sono state nel tempo teatro di vari e gravi incidenti.

Qualche intervento di tipo sanzionatorio è stato preso con l’installazione di autovelox e sorpassometri, ma evidentemente non basta.

Bisogna evitare strutturalmente che le correnti di traffico siano a sensi di marcia opposti.

Per ottenere questo è opportuno che le due strade diventino a doppia corsia ma a senso unico: una verso il mare ed una verso Roma.

Come è possibile farlo?

Ci aiuta ancora una volta l’Ing. Marco Martens (avevamo già parlato di lui in questo articolo) il quale, per gli incroci a raso, prevede la costruzione di rotonde. Il tutto finanziato con i proventi delle contravvenzioni del codice della strada.

Vediamo qui di seguito un esempio:

2
adesso
3
proposta

Il tratto rosso sarebbe una nuova pista ciclabile protetta.

Idee e soluzioni si trovano.

Basta che la politica si accorga che sulle strade romane si sta combattendo una guerra civile e che le vittime sono sempre troppe.

Annunci

Risolto il mistero dei calzini spaiati!

Dalla nascita dell’elettrodomestico denominato lavatrice, milioni di persone si sono crucciate al pensiero del calzino sparito durante uno dei lavaggi.

Ognuno di noi ha il suo calzino finito nel mare dei ricordi.

Finalmente si è trovata la motivazione: era colpa dei vigili urbani!

calzini-spaiati

Durante una perquisizione ne sono saltati fuori a “decinaia”.

La potente lobby dei vigili urbani era d’accordo con i produttori di calzini per alterare le vendite del fiorente mercato.

Più calzini sparivano e più ne venivano comprati!

Grazie al nucleo antifrodi farlocche coordinato dal Gran Mogol tutto questo è per sempre finito.