10 domande al Comandante di Monteverde

Un blog romano ha diffuso, maldestramente occultato, un documento proveniente dal XII Gruppo Monteverde in risposta, crediamo, alla richiesta di informazioni pervenuta da un esponente.

rfs
link originale

Fatta salva la presunzione che quanto pubblicato sia vero, data la non ufficialità della fonte, cogliamo l’occasione per porgerle 10 domande:

  1. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  2. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  3. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  4. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  5. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  6. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  7. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  8. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  9. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?
  10. Perchè non dice che le pattuglie di notte le Gestisce il Comando e fa rispondere a Clemente, amico di questo blog?

I gruppi non hanno nulla di che scusarsi vista l’organizzazione del lavoro che ha imposto il comando a tutto il territorio.

Annunci

Teorema dei vigili urbani: risolto!

Se abbiamo ben capito la situazione del traffico a Roma è questa:

  1. gli autisti dei bus dipendenti della Tevere TPL sono in sciopero da oltre una settimana perchè la società non gli paga da due mesi lo stipendio;
  2. I bus della Tevere TPL che non escono sono circa il 20% del trasporto pubblico su gomma del comune di Roma;
  3. l’Atac ha appaltato a questa Tevere TPL esclusivamente i servizi periferici;
  4. in periferia, per muoversi, i cittadini sono costretti a prendere i mezzi privati;
  5. aumenta il traffico;
  6. il traffico è colpa dei vigili perchè non ci sono e se ci sono sono scansafatiche.

Il 5° teorema dei bloggers quindi è facilmente dimostrato: il quadrato costruito sull’ipotenusa è abusivo ma i vigili non intervengono.

 

Bed & Breakfast a Roma per il Giubileo

Abbiamo stipulato una convenzione con una nuovissima struttura per tutti gli iscritti al Sindacato ed i loro familiari che usufruiranno di uno sconto del 15% sui servizi.

La convenzione è nazionale.

Si trova a circa 200 metri dalla fermata della Metro “A”  COLLI ALBANI.

Alleghiamo delle foto delle camere che rappresentano i 4 elementi: Aria, terra, acqua e fuoco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il nome è “Coffee and the City” e si trova a Via Rocca Priora 44.

Recapito 3891732001 oppure roma@sulpl.it

 

3 morti a Roma: attentato stradale!

E’ questo il tragico bilancio di una notte di sangue a Roma.

Il primo incidente è avvenuto in via dei pescatori altezza canale dello stagno.

Il conducente a bordo di una Panda si è andato a scontrare con un albero.

 Lo stesso ragazzo di 22 anni abitava a pochi passi dal luogo dell’incidente.

Il secondo incidente è avvenuto in Via Nomentana 2/b dove un motociclista di 23 anni è deceduto dopo le prime cure.

Terzo incidente avvenuto sul GRA tra le uscite 26 e 28 in carreggiata interna dove ha perso la vita un altro motociclista.

Dei rilievi scientifici dei primi due incidenti si è occupata la Polizia Locale di Roma, mentre il terzo è stato di competenza della Polizia Stradale.

Non sappiamo più come descrivere le vittime di questa guerra civile che insanguina le strade italiane. Nel periodo di massima attenzione al terrorismo forse è meglio evitare di chiamarli incidenti ma attentati.

Chissà che magari si ottenga più attenzione al fenomeno da parte delle istituzioni.

Il comando del Corpo il 6 novembre aveva predisposto un calendario per i controlli stradali per le notti del venerdi sera e del sabato sera.

Questi controlli stradali però, come testimonia la stessa circolare, non avvengono rinforzando l’organico, ma vengono sottratte le pattuglie dai municipi ( come se non bastassero piantonamenti di buche e campi nomadi) per destinarle a questi controlli.

4

Coi proventi delle contravvenzioni invece si possono impiegare pattuglie aggiuntive, ma questo evidentemente non è di interesse per il comando e per l’amministrazione.

A dicembre, andremo a verificare che fine hanno fatto i proventi delle contravvenzioni e se sono stati spesi secondo quanto previsto dalla legge!

Trovata strada romana asfaltata!

1
foto di repertorio da google

Abbiamo rinvenuto nell’estrema periferia romana un tratto di strada asfaltato.

Pare risalga al periodo storico di Roma in cui le strade venivano coperte da un conglomerato bituminoso e, a volte, dipinte con colori che andavano dal bianco al giallo fino al blu, ma solo se a pagamento.

Immediato l’allarme del Corpo che si è subito prodigato per mettere in sicurezza l’area e consegnare ai posteri questa importante traccia di memoria storica abbandonando i piantonamenti delle buche e dedicandosi invece alla conservazione di questi importanti e rari reperti.

Anche a Roma esistevano le strade asfaltate!

(scherziamo……sperando di non essere preveggenti)

Viva la Rai…

…. dicci da quale parte stai!

Questo canterebbe il buon Renato Zero.

E’ questo sostanzialmente che abbiamo chiesto attraverso questa lettera della nostra Segreteria Nazionale che, dopo la nostra segnalazione, ha ritenuto inviare ai massimi esponenti governativi e della azienda radio televisiva.

RaiRai2

Attendiamo i provvedimenti che prenderanno contro questo sedicente dipendente Rai.

I lavoratori della Polizia Locale non sono carne da macello. Hanno una propria dignità e questa viene tutelata a tutti i livelli dal nostro sindacato.

Non molliamo mai, ci spiace per voi!

 

 

 

PROCURAmose le macchine!

Proprio la U.O. che più vicina è alla magistratura ed al suo lavoro, è anche una di quelle che soffre una spaventosa carenza di mezzi per potere svolgere il proprio lavoro.

Stiamo parlando di molti colleghi che lavorano a stretto contatto con la Procura di Roma che, le cronache lo raccontano, sta combattendo una battaglia sul malaffare romano.

Questa sezione della Polizia Locale non è un lusso ma specificamente previste dal codice di procedura penale.

Per questo abbiamo  richiesto al comando di dare qualche auto di servizio in più. Funzionante…

Sfidiamo l’amministrazione a dimostrare che davvero sono vicini alla Procura di Roma non solo a parole ma coi fatti.

Incidente mortale Via di salone: morto motociclista

Altra notte pesante per la Polizia Locale di Roma con due incidenti gravi di cui uno mortale.

Alle ore 23,30 circa in Via di Salone all’altezza del Ponte Aniene ha perso la vita un motociclista del 1975, residente a Guidonia, alla guida di una Yamaha. Trasportato all’ospedale Sandro Pertini non ce l’ha purtroppo fatta.

Per gran parte della notte è stata impegnata per i rilievi scientifici una pattuglia del VII gruppo Tuscolano con la collaborazione del V Gruppo Prenestino e del VI Gruppo Torri.

Altro grave incidente alle 3,30 in Via del Circo Massimo all’altezza dell’incrocio con Piazza la Malfa. Si sono scontrate una spazzatrice dell’Ama ed un furgone di un corriere. Tutti e tre gli occupanti di questo furgone sono rimasti feriti. Il più grave è in prognosi riservata all’ospedale San Giovanni. Dei rilievi scientifici si è occupato il VII Gruppo Appio.

Ancora una volta emergono le limitazioni all’utilizzo della Polizia Locale e dei suoi vincoli contrattuali. Si è dovuta distogliere una pattuglia dei Carabinieri per andare ad avvisare a Guidonia i parenti del motociclista solo perché “i vigili urbani” fuori da Roma sono di fatto normali cittadini. Queste limitazioni anacronistiche potrebbero essere cancellate con un decreto urgente che, in tempo di massimo rischio per la sicurezza pubblica, trasformi degli impiegati comunali in una vera forza di Polizia Locale per davvero sfruttarla al meglio delle sue possibilità e non solo a chiacchiere” dichiara Stefano Giannini segretario di Roma.

Terrorismo: chi abbaglia, sbaglia. Digli di smettere.

Cogliamo l’occasione per eliminare questa brutta abitudine.

Evitiamo tutti quanti di segnalare i posti di controllo con gli abbaglianti ai veicoli che incrociamo.

Non fai un favore a nessuno se non a chi ha qualcosa da nascondere e non vuole essere fermato e controllato.