Io segnalo: analisi del suo primo trimestre.

Appena lanciato il servizio IOSegnalo avevamo provveduto ad analizzare i primi flussi di chiamata in questo nostro pezzo sul blog.

Avevamo consapevolezza del fatto che quella prima analisi era per forza di cose provvisoria data l’esiguità del campione di dati di riferimento.

Ora abbiamo analizzato i primi 3 mesi del servizio ed i dati cominciano a stabilizzarsi pur con l’incognita di Agosto che ha visto il decremento delle segnalazioni a causa delle ferie degli “iosegnalators“. Potrebbero esserci anche degli scostamenti minimi tra i dati a causa del fatto che la raccolta dei dati è avvenuta attraverso i diversi dirigenti sindacali dei Gruppi e qualche cosa potrebbe esserci sfuggita.

Secondo i nostri studi risultano arrivati quasi 10.000 segnalazioni che sono divise secondo la seguente tabella nelle fasce d’orario dei turni della Polizia Locale di Roma.

Fasce orario segnlazioni
Fasce orario segnalazioni

Andiamo ad analizzare nel dettaglio, mese per mese, con l’aiuto di qualche grafico l’andamento mensile delle segnalazioni

LUGLIO

esposto sicurezza incidenti stradali

Ci sono state 2823 segnalazioni. 108 in media al giorno. 4,52 segnalazioni all’ora.

AGOSTO

esposto sicurezza incidenti stradali

Ci sono state 2074 segnalazioni. 80 in media al giorno. 2,57 segnalazioni all’ora.

SETTEMBRE

esposto sicurezza incidenti stradali

Ci sono state 5036 segnalazioni. 193 in media al giorno. 6 segnalazioni all’ora.

DETTAGLIO SEGNALAZIONI

Qui di seguito rappresentiamo visivamente il motivo delle diverse segnalazioni che ci pervengono. Per utilizzare i grafici a torta ed associare lo “spicchio” alla segnalazione si può utilizzare la legenda.

legenda
legenda
Luglio 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Settembre 2015

COMMENTO

Innanzi tutto possiamo dire che a settembre i numeri delle segnalazioni sono nettamente cresciuti rispetto ai due mesi precedenti pienamente estivi.

Anche la dinamica delle segnalazioni è cambiata nel corso del trimestre. Sono letteralmente esplose le segnalazioni riguardanti le soste irregolari, ricomprendendo in queste le diverse casistiche con particolare riferimento a quelle sugli attraversamenti pedonali.

Sono rimaste grossomodo stazionarie tutte le altre ad eccezione degli ambulanti abusivi. Crediamo che il convogliamento del personale in modo massiccio verso il centro storico abbia contribuito ad abbassare la percezione di questo fenomeno nei segnalators. Lo spostamento di questo personale ha probabilemtne comportato una diminuzione della presenza in periferia che ha causato l’aumento delle soste irregolari già di per sè ai limiti della decenza in condizioni ordinarie.

Sono rimaste stazionarie anche le segnalazioni dei veicoli abbandonati e, presumiamo, siano anche ricorrenti sugli stessi veicoli. Non sempre è possibile rimuovere immediatamente un veicolo abbandonato e ne abbiamo spiegato in questo articolo i motivi.

Possiamo constatare come alcune casistiche nelle segnalazioni non vengano praticamente utilizzate come quelle per gli incidenti stradali, i B&B ed i locali aperti oltre gli orari consentiti. Specie nel caso degli incidenti stradali non è perchè non avvengano ma perchè probabilmente, come diciamo da subito, non è il miglior modo di comunicare l’evento anche in considerazione del fatto che spesso vanno allertati anche altri mezzi di intervento e soccorso come i Vigili del Fuoco o l’ambulanza.

Restano bassi i numeri delle segnalazioni notturne che corrispondono a circa mezza segnalazione notturna al giorno. Ricordiamo che per questa mezza segnalazione che si riceve si è costretti spesso a togliere la notte dal territorio una pattuglia composta da 3 persone al fine di sostituire il collega fissato davanti al pc in attesa, ma che lascia scoperto il centralino a cui magari i cittadini chiamano e non risponde nessuno.

Di contro invece aumentano le segnalazioni specie nella fascia oraria della mattina che portano ad avere quasi 60 segnalazioni all’ora. Potrebbero sembrare poche ma in condizioni di emergenza operativa e con scarso personale a disposizione, queste segnalazioni si accumulano e vengono date risposte in ritardo.

Lo stesso dicasi se si fanno molte segnalazioni in un breve lasso di tempo per lo stesso gruppo municipale: si corre il rischio di vedere aumentare i tempi di attesa nelle risposte.

Proprio questo è il nodo del problema che da subito abbiamo manifestato al comando del Corpo: se all’aumentare delle segnalazioni non corrisponde l’aumento del personale a disposizione per gli interventi, il sistema innovativo rischia di “grippare”.

Siamo preoccupati per l’anno prossimo quando magari avremo decine di colleghi bloccati sugli interventi per il Giubileo e continueranno ad arrivare Iosegnalazioni a cui pochi potranno rispondere.

Riteniamo che occorra presto individuare un “critical number”, giornaliero per ogni gruppo e forse anche per utente, al fine di evitare di ingenerare inutili aspettative nei confronti della cittadinanza.

Così come andrebbe in qualche modo evidenziato come, ad esempio, inviare 100 segnalazioni da parte di un solo utente in una sola giornata possa mettere seriamente in difficoltà il modello organizzativo messo in campo dal comando del Corpo.

Annunci

Un pensiero su “Io segnalo: analisi del suo primo trimestre.

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...