Ciao bello. Ciao.

Ciao Ignazio, ci ricorderemo di te e del tuo passaggio a meteora nel cielo del Campidoglio.

La potente lobby dei vigili ti saluta.

Talmente potente questa lobby che si trova senza contratto da quasi dieci anni.

Qui ti abbiamo detto e raccontato della nostra forza economica

Siamo stati talmente forti da riuscire a piazzare la vigilessa Azzurra Caltagirone dentro le tue ultime nomine in un cda .

Come? Non è una vigilessa? Allora che lobby siamo?

Ti vogliamo ricordare come uno che si è sempre fregiato di premiare il merito.

Ricordi il mantra dei curricula ad inizio mandato?

Azzurra che curriculum ha?

Politano, poi indagato per mafia capitale, è stato messo a scrivere il piano anticorruzione del comune. Che curriculum ha?

Liporace è stato preso leggendo il suo curriculum. Male.

Andrea Bianchi, capo staff del vice sindaco, è stato preso come consulente esterno senza avere titoli. Poi cacciato e subito, si dice, riassunto dalla coop di Buzzi.

Ozzimo è stato nominato assessore con quale curriculum?

Lo stesso dicasi per Coratti nominato Presidente dell’Assemblea Capitolina.

Strozzi lo hai nominato AD di Ama e subito poi cacciato dopo che si è scoperto essere pesantemente coinvolto in un’indagine sul traffico di rifiuti.

Ricordi le famose osservazioni del mef? Hai rinunciato ad applicarle alla dirigenza ed all’avvocatura dove ci sono stipendi da 300.000€.

Ricordi i due ispettori del ministro Madia dopo i fatti di capodanno?

Assegnarono responsabilità organizzative ai dirigenti che, nel frattempo, hanno goduto della massima fiducia e riconoscenza.

Ignazio, sei stato bravo a cacciare i camion bar dal Colosseo. Bravo ad applicare una norma approvata dal ministero di Franceschini, recepita dalla regione Lazio di Zingaretti e solo anticipata di qualche giorno da te.

In attesa della costruzione del mega store alimentare di lusso vicino al Colosseo da parte di Del Vecchio.

Altro potere debole.

Vogliamo dire del boulevard promesso a Via de Chirico e i led a Via Appiani dopo i disordini di Via Morandi? Maria di Tor Sapienza, che hai nominato spesso, li ha aspettati invano

Per noi sei stato bravo a vendere molto fumo. Quello che si sprigiona dai campi nomadi. Intoccabili e pieni di cooperative che ci lavorano dentro…

Dispiace che tante persone oneste domenica siano state usate per barattare una exit strategy a chi puntava magari ad avere un posto da sottosegretario alla salute o un passaporto diplomatico da console di qualche ambasciata nordamericana. Questa è una nostra supposizione. Sicuramente pensiamo male.

Te ne saresti dovuto andare dopo l’uscita di mafia capitale a dicembre 2014. Invece ti sei fatto paladino di una lotta che non hai condotto se non sulle agenzie di stampa. O pensi che un dipinto spostato per un pomeriggio dal campidoglio ad ostia abbia risolto i problemi?

Per questo ricorderemo che ci hai messo l’optimum Sabella. Sempre al tuo fianco a difenderti. Pronto a ringhiare ed a strillare con la mano “a cucchiara” per sostenerti. Hai scontentato pure lui. Che ogni tanto ci ricorda di avere arrestato i mafiosi.

Hai cacciato il comandante Roberto Stefano di Ostia così come ti è stato richiesto per metterlo, in barba ai principi del piano anticorruzione, in un Gruppo che aveva già comandato:Prati

Non è politica. Hai ragione.

E’ Ignazio Marino.

Che da oggi per noi non è più un nome, ma un aggettivo.

11

Annunci

Proventi delle multe: andiamo a vederci chiaro

Abbiamo presentato stamattina una richiesta di accesso agli atti per accertare la “corretta destinazione della quota dei fondi pubblici che sono, ricordiamo, vincolati per legge.

Da oggi parte il nostro count down con esposto in Procura ed alla Corte dei Conti già preparati e pronti a partire.

11 (2)

Non fermiamo l’attività sindacale nonostante la parte politica si diletti in giochetti che neanche all'”asilo Mariuccia”…

Lettera concorsisti: non la firmiamo.

Ieri sera è stato chiesto in un messaggio privato al nostro Segretario di Roma se avesse intenzione di firmare la lettera che un’associazione stava facendo sottoscrivere ai concorsisti rimasti fuori dopo la pubblicazione delle graduatorie.

Questi messaggi poi sono stati diffusi sui social come chissà quale segreto rivelato.

Il Sulpl, dopo la pubblicazione delle graduatorie, ha cercato di dare una mano fornendo l’assistenza legale a coloro i quali sentivano, per noi a ragione, di avere subito un illecito.

È stato presentato un ricorso al TAR e quindi, nel massimo rispetto dell’autorità giudiziaria, il Sulpl ha fatto un passo indietro.

Da giugno.

La decisione ora spetta ai giudici e nel loro rispetto noi ci comportiamo di conseguenza.

Per cui la risposta a quella domanda non poteva che essere : non firmiamo!

  
Dobbiamo precisare che nessuna lettera poi tra l’altro ci è stata inviata da nessuna associazione. Se avessimo voluto fare i precisi i ci saremmo potuti trincerare dietro i sofismi del modo.

Invece no. Come sempre siamo abituati a dire la verità in faccia.

Se non siete abituati a chi è sincero e trasparente è un problema vostro: dovrete abituarvi a queste se volete seguire il SULPL!

Che fate a capodanno?

Non volevamo credere ai nostri occhi.

Abbiamo per curiosità sfogliato il calendario del 2015 e quello che abbiamo visto ci ha letteralmente sconvolti e stupiti:

11

Abbiamo dopo il 30 dicembre di nuovo un 31 dicembre?

Allora noi ci siamo ricordati di ciò che ci scrisse la Commissione di Garanzia nel provvedimento con cui ci ha sanzionati il 03/03/2015.

Abbiamo richiesto di valutare se il comportamento del comandante del Corpo si è attenuto a quanto da loro disposto.

Vediamo se 10 mesi di intensi nulla sono bastevoli per essere considerati come una violazione.

Ora fra qualche giorno chiederemo un accesso agli atti.

Sono o no una commissione di Garanzia?

La casta colpisce ancora!

Dopo gli accadimenti che videro protagonisti gli uomini della “scorta” del Sindaco Marino di cui si parlò anche in questo articolo, oggi apprendiamo, sempre dalla stampa che la stessa “scorta” è stata pubblicamente encomiata per  le brillanti doti professionali degli appartenenti a questa apparente élite del Corpo.

Questa volta il comandante Clemente ha messo nero su bianco che il personale svolge compiti di scorta. Chissà cosa ne pensa la Questura di Roma di questo compito svolto senza titoli, formazione ed in modo pressoché  abusivi nei riguardi di una persona sottoposta a sorveglianza per le minacce che ha ricevuto.

Perchè paghiamo due scorte? Una ufficiale ed una abusiva?

  
La casta ha bisogno di ingraziarsi il personale per ottenerne i servigi?
Noi, come abbiamo detto qui, siamo soprattutto dalla parte di chi ogni giorno svolge il proprio lavoro nell’ombra e tira avanti una barcaccia che fa acqua da tutte le parti. Senza Lodi ma spesso con infamia.

I vigili devono studiare!

Vi ricordate quanto avevamo denunciato qualche giorno fa?

Ecco che si corre a mettere una pezza:

11

Cominciano i corsi per tutti coloro che sono stati trasferiti, fino a giugno 2015, per le rotazioni anticorruzione.

A distanza di quasi un anno fanno i corsi per formarli?

Ed in questo anno di lavoro i primi trasferiti che cosa hanno combinato?

Ve lo diciamo noi: si sono arrabattati alla bell’ e meglio!

Questa è la professionalità del Corpo più grande d’italia…

10 mesi ci avete messo per capire che la legge vi imponeva di formare coloro i quali dovevano sostituire i ruotati. In questi 10 mesi avete lasciato i lavoratori soli perchè tanto “è corpa dei viggili”…

Ora mandate i colleghi a studiare, ma voi dietro la lavagna quando vi ci mettete?

11

Dalla parte giusta: quella della poltrona.

11

Stessa piazza a pochi mesi di distanza.

Una piazza traboccante di persone prima che lavoratori che chiedevano di ripensarci sui tagli agli stipendi.

Una piazza riempita da persone che chiedevano di ripensarci e non lasciare la poltrona.

Nella prima il re ha deciso: pollice verso, fate entrare i leoni.

Nella seconda il re ha deciso: pollice in su provo a tenermi la poltrona.

I vigili sono proprio bravi…. alcuni per noi di più!

11Può capitare a volte che, se fai parte di una task force, tu possa essere lodato per la tua attività e per il prestigio e lustro che procuri al Corpo.

Lo stesso può capitare se adegui il tuo servizio alle nuove tecnologie per il prestigio e lustro che procuri al Corpo.

In entrambi i casi appare fondamentale che ci sia ampio risalto sugli organi di stampa.

In entrambi i casi sei lodato perchè con il tuo lavoro porti il lustro.

Noi invece ci rivolgiamo a tutti i colleghi che ogni santo giorno svolgono il loro lavoro nell’ombra. Lontano dalle task force e dagli interessi degli obiettivi dei dirigenti apicali.

Ci rivolgiamo a tutti quelli che ogni giorno sono costretti a mettere gli stracci nei bagni altrimenti si allagano.

Ci rivolgiamo a tutti quelli che indossano i pantaloni rammendati che gli ha passato il collega che è andato in pensione perchè altri non ne hanno in dotazione.

Ci rivolgiamo a tutti quelli che vanno a cercare negli sfasci un pezzo di ricambio per la moto, pagandolo di tasca propria, per potere uscire in servizio.

Ci rivolgiamo a tutti quelli che vengono al lavoro a fatica a causa della loro malattia che li costringerebbe a curarsi a casa ma lo stipendio decurtato non glielo consente

A tutti loro noi dedichiamo questo: