Gabrielli incontra il SULPL

Il segretario di Roma Stefano Giannini insieme al Prefetto
Il segretario di Roma Stefano Giannini insieme al Prefetto

Dopo la nostra lettera successiva al funerale del Casamonica e la pronta risposta del prefetto pubblicata qui, siamo stati oggi stati ricevuti dallo stesso Prefetto Gabrielli in incontro privato.

L’incontro è stato molto cordiale ed amichevole; senza i bizantinismi di rito che troppo spesso caratterizzano certi incontri.

Ci ha di nuovo espresso la sua totale vicinanza al Corpo della Polizia Locale apprezzando come nella nostra lettera avevamo perfettamente capito le sue intenzioni di volere sottrarre proprio il Corpo da colpe che non aveva e non poteva avere.

Gli abbiamo detto in totale sincerità che noi sappiamo che dice queste parole per far si che il personale sia rasserenato per gli impieghi difficili che affronterà da qui a breve soprattutto pensando all’evento giubilare. Gli abbiamo però confessato che il nostro ruolo di cuscinetto, come sindacato, è stato completamente esautorato da chi non si apre all’ascolto delle critiche che sono state sempre proposte con intenzioni propositive e migliorative.

Ciò ha portato un assoluto distacco tra le parti difficilmente sanabile.

Pertanto tale obiettivo sarà veramente difficile da raggiungere.

Il Prefetto si è detto pienamente consapevole di questa situazione, ma vuole lavorare per riavvicinare l’istituzione alla città perchè non siamo i responsabili di ogni cosa di negativo che accade in una città che si sta invece rovinando col “tafazzismo“.

A questo punto abbiamo puntualizzato che in questi giorni il Governo si sta predisponendo per approvare delle modifiche alla pubblica amministrazione. Alla luce di tali modifiche e dall’approssimarsi all’evento giubilare, abbiamo richiesto che si impegni formalmente a richiedere al Governo che la Polizia Locale non sia più considerata contrattualmente analoga ad un impiegato ma che sia più vicina alle altre forze di polizia con apposite modifiche contrattuali che possano garantire il migliore impiego possibile.

Il Prefetto si è trovato d’accordo manifestando in particolare la sua insoddisfazione al fatto che, ad esempio, la Polizia Locale sia esclusa dagli accertamenti telematici (precedenti, ricercati ecc) cosa prevista per le altre forze di polizia.

Ci ha chiesto un nostro documento a tal proposito da inviare insieme ad una sua lettera al Governo. A breve glielo invieremo.

Ci ha congedato infine esprimendo la sua vicinanza al momento di cordoglio che andremo ad esprimere sabato 12/09/2015 a Napoli durante la manifestazione per la commemorazione dei colleghi di Napoli Bruner e Cinque brutalmente ammazzati.

Ringraziamo il  Prefetto per la grande attenzione che oggi ha prestato alle problematiche di una categoria in estrema in sofferenza. Speriamo di avere cominciato insieme un nuovo percorso utile a tutti.

Annunci

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...