Maltempo Roma: Piovono calcinacci nel Gruppo Parioli

1

2

3

4

5

Stanotte, mentre Roma affrontava l’ennesima emergenza maltempo, il II Gruppo Parioli cedeva nelle sue strutture.

L’ufficio che è stato teatro del cedimento dei pannelli del soffitto è quello destinato alla cure ed alla manutenzione di tutti gli apparati informatici del Gruppo.

Solo lunedi si potrà capire la portata del danno e se ci saranno problemi per l’organizzazione ordinaria del Gruppo.

Ricordiamo che il Gruppo è in sede provvisoria in dei container attrezzati in prossimità del G 2000.

Chissà se il Giubileo 2016 regalerà qualche novità ai colleghi?

Ricordiamo che svolgiamo funzioni di Protezione Civile ed in caso di vera emergenza dovremmo preoccuparci della salute e salvaguardia dei cittadini non certo della tenuta delle nostre sedi!

Annunci

Quel pasticciaccio brutto di Via San Basilio

Partiamo dall’oggi con questa immagine:

2_437

Questa è Via di San Basilio come era prima

2_437

Siamo più o meno nello stesso punto e la violenza urbana derivante dalla sciatteria amministrativa è evidente agli occhi di tutti.

Subito sul web è montata la sacrosanta protesta dei cittadini che erano indignati per come era stata sottoposta a manutenzione questa strada che porta verso la centralissima Piazza Barberini (quella che vediamo in fondo alla via).

Ovviamente la responsabile politica ed amministrativa del 1° Municipio, sempre molto a attenta a finire dalla parte giusta dei selfie, ha subito preso le difese della sua scelta addossandole indovinate a chi?

Dai che è facile….

Qui trovate la sua intervista dalla quale estrapoliamo alcune parti.

“la richiesta dei vigili di asfaltare la via per poterla riaprire al traffico e’ stata accolta dal Municipio”.

I Vigili, comandati dal dott. Clemente, hanno chiesto di asfaltare? Allora, se hanno sbagliato, il parere della politica doveva essere negativo ed, aggiungiamo noi, pure con rimprovero al comandante.

La prossima volta, se chiedessero di mettere le finestre al Colosseo, la politica accetterebbe dicendo: lo hanno detto i vigili?

Ci sono scelte tecniche e scelte politiche. Tecnicamente l’asfaltatura potrebbe essere fattibile ma politicamente no. Questa scelta è solo sua. Altrimenti ci mettiamo il dott. Clemente a capo del 1° Municipio ed avremmo risolto. Non è così.

Non è così perchè questa scelta ci pare figlia delle dichiarazioni che rese il Sindaco Marino sulle intenzioni dell’amministrazione riguardo l’emergenza che affligge tutti i romani frequentanti il centro storico: i temibili sanpietrini.

In più leggiamo tra le righe dell’intervista una cosa allarmante: “non sarebbe stato possibile sistermarlo in tempi brevi e senza fondi arrivati al Municipio”.

Vuol dire che, appena passato il giro di boa della metà dell’anno, il municipio più importante di Roma si trova senza fondi per la manutenzione delle strade?

Completamente sballato il bilancio del municipio o assolutamente insufficienti i fondi girati dal Campidoglio?

In entrambi i casi non vediamo responsabilità dei vigili ma solo della politica che amministra Roma.

Aggiungiamo, come amara ciliegina, un altra precisazione: “e’ partito immediamente un confronto con l’assessorato capitolino ai Lavori pubblici che aveva gia’ messo in moto una ricerca per i fondi necessari al rifacimento totale della strada in sampietrini“.

Da qui capiamo che, dopo avere pagato per mettere la toppa, noi cittadini pagheremo di nuovo per eseguire il lavoro di ripristino portando la strada alle condizioni precedenti.

Anche qui sarà colpa dei vigili comandati da Clemente?

Le proponiamo un’idea su dove recuperare fondi per la manutenzione e la sicurezza stradale:

  1. i proventi delle contravvenzioni stradali come previsto dall’articolo 208 cds
  2. i proventi delle sanzioni per le occupazioni di suolo pubblico su cui la stessa Polizia Locale di Roma è stata vista più volte impegnata sul territorio dle 1° Municipio

Maltempo ad Ostia: ramo cade su una vettura, ferito l’automobilista

Sul posto i pompieri ed i vigili del fuoco. L’incidente in via della Stazione di Castel Fusano. Una ferita per lo stesso motivo anche in zona Prati a Roma.

E’ rimasto ferito dal grosso ramo che gli è caduto sull’auto che stava guidando. Paura ma per fortuna nessuna grave conseguenza per l’automobilista colpito da un pezzo dell’albero in via della Stazione di Castel Fusano adOstia. A determinare il cedimento del ramo il maltempo e le folate di vento che si sono verificate anche sul litorale lidense. Sul posto, oltre ai pompieri anche i vigili urbani.

DONNA FERITA A ROMA –Stessa scena si è poi verificata in zona Prati a Roma, qui una donna è stata costretta alle cure dei medici dopo essere stata colpita da un ramo caduto da un albero mentre viaggiava nella vettura assiema ad un’altra persona in via Monte Pertica.