Lettera a Dado

Caro Gabriele Pellegrini, in arte Dado, abbiamo letto della tua iniziativa del 4 Settembre.

Per prima cosa vogliamo esprimere la nostra solidarietà per le schifose minacce che hai ricevuto.

Dobbiamo però rimarcare come quando ti servono click sputi addosso ad una categoria di lavoratori. Con canzoni al limite della diffamazione. Pubblicate sul tuo profilo proprio il giorno in cui veniva barbaramente ammazzato a Napoli il nostro collega Francesco Bruner e veniva ferito gravemente, per poi morire anche lui, Vincenzo Cinque.

Una categoria che, quasi quotidianamente, riceve anche attacchi intimidatori (bombe incendiarie e danni ai veicoli) proprio perchè anch’essa sentinella di legalità.

Più volte hai usufruito di questo metodo. D’altronde sei un artista e come tale, a torto o a ragione, dai sfoggio della tua creatività.

Quando ti servono altri click sei però lieto se il capo di quei lavoratori sia al tuo fianco.

2_437

Quei lavoratori, ci teniamo a precisarlo, sono contro la Mafia. Sono contro ogni mafia ma non si prestano a strumentalizzazioni politiche.

Noi non aderiamo a nessun appello. Noi “nun se ripijamo Roma” semplicemente perchè Noi, a Roma nostra nun l’avemo mai lasciata in mano all’artri!

Infatti il capo di quei lavoratori, con la sua presenza, ha fatto si che la presidente del 1° municipio rilanciasse la manifestazione politica organizzata da un partito che anche nelle sue viscere ha generato quel marciume scoperto con le inchieste della Procura di Roma.

La Polizia Locale non ha bandiere politiche da far sventolare. Nè di destra, nè di sinistra, nè di sopra nè di sotto.

Oggi, ci spiace dirtelo, per la voglia forse di qualche click in più, hai consentito a qualcuno di fare schierare politicamente un’intera categoria di lavoratori che invece sono ad esclusivo servizio dei cittadini e della giustizia.

Non sono di nessun altro!

Annunci

10 pensieri su “Lettera a Dado

  1. quindi la segreteria del sindaco crea lettere in automatico come le multe che arrivano dopo che le hai gia pagate?… oppure c’è un funzionario con nome e cognome???? io mi chiamo gabriele pellegrini in arte DADO, chi ha scritto la lettera come si chiama??? in arte segreteria del sindaco?????
    ma forse state cercando di spingermi a tutti i costi a scrivere un altra canzone dove i funzionari del sindaco non hanno nomi e non hanno facce…????
    esattamente come diceva Giorgio GABER nella canzone “mi fa male il mondo”!!!!
    voglio gentilmente, che chi ha scritto questa lettera, a me indirizzata pubblicamente, si qualifichi in quanto dipendente comunale con nome, cognome, ruolo e lo stipendio che percepisce dalle mie tasse!!!!
    e lo gradirei con la stessa solerzia con la quale è stata scritta la lettera a me indirizzata!!!!
    firmato GABRIELE, PELLEGRINI, IN ARTE DADO, LIBERO PROFESSIONISTA CON PARTITA IVA, I MIEI GUADAGNI VARIANO DI ANNO IN ANNO IN QUANTO MI ASSUMONO E MI LICENZIANO PER OGNI SINGOLO LAVORO CHE FACCIO…
    CORDIALMENTE DADO!!!!

    Mi piace

    1. C’è un Segretario di Roma e c’è una Segreteria composta da dei vice.
      Questo spazio non è la segreteria del sindaco ma di un sindacato.
      Vi è una sostanziale differenza.
      Trova ogni riferimento nella pagina dedicata ai contatti ed al sito istituzionale.
      In massima trasparenza.
      Precisiamo poi che l’attività sindacale la svolgiamo al di fuori dell’orario di lavoro come prescritto dalle norme.
      Gli stipendi sono già pubblici e disponibili anche presso il sito dell’Aran.
      Comprendiamo, come bene evidenziato nelle sue opere artistiche, che l’acredine verso la categoria nasce probabilmente, come a tanti altri ( giornalisti, politici ecc), da una disavventura personale.
      E ci si scherza su. A volte anche pesantemente.
      Però poi quando questo viene strumentalizzato dalla politica, cosa che Dado non avrebbe di certo voluto, occorre che qualcuno provi a ricordare che siamo una Istituzione della Repubblica Italiana a disposizione di tutti i cittadini e non di un solo partito politico.
      Con cordialità
      La Segreteria di Roma

      Mi piace

  2. bene quindi adesso c’è bisogno anche di sapere chi è che ha dato la prima risposta, mentendo pubblicamente, scrivendo “PERCHE’ è DELLA SEGRETERIA DEL SINDACO”
    E poi ho bisogno urgente del nome e il cognome dell’autore della lettera????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
    se non verrà pubblicato il nome e il cognome del dipendente pubblico autore della lettera, il ruolo, e lo stipendio che percepisce…mi costringerete a chiedervelo di nuovo… se al posto di una risposta esaustiva, continuerò ad averne una evasiva come quella data da una altro autore senza nome e cognome… dovrò chiederlo in maniera più insistente!!!
    firmato :
    GABRIELE, PELLEGRINI, IN ARTE DADO, LIBERO PROFESSIONISTA CON PARTITA IVA, I MIEI GUADAGNI VARIANO DI ANNO IN ANNO IN QUANTO MI ASSUMONO E MI LICENZIANO PER OGNI SINGOLO LAVORO CHE FACCIO…
    CORDIALMENTE DADO!!!!

    Mi piace

  3. ho letto male… c’è scritto segreteria del “SINDACATO”… si può sapere chi è l’autore di questa lettera nella segreteria del sindacato…???? (nome cognome ruole e stipendio) e se ci sono delle condanne a carico di un vostro rappresentante eletto mentre era agli arresti domiciliari????(nome cognome ruolo stipendio e tipo di condanna: corruzione? peculato? concussione?)
    gradirei avere, se ce ne sono, nome e cognome anche di altri eventuali rappresentanti che hanno avuto delle condanne…
    io invece non ho condanne, ho solo delle multe che continuano ad arrivare a me, alla mia famiglia e ai miei amici, nonostante siano state gia pagate regolarmente.
    GABRIELE, PELLEGRINI, IN ARTE DADO, LIBERO PROFESSIONISTA CON PARTITA IVA, I MIEI GUADAGNI VARIANO DI ANNO IN ANNO IN QUANTO MI ASSUMONO E MI LICENZIANO PER OGNI SINGOLO LAVORO CHE FACCIO…
    CORDIALMENTE DADO!!!!

    Mi piace

    1. Può chiedere tutto tranquillamente a chi le ha fornito le informazioni citate nel messaggio.
      Le altre sono tutte reperibili on line negli spazi ufficiali.
      Con questo la salutiamo e le facciamo i migliori auguri per lo spettacolo di questa sera che immaginiamo avrà cura di preparare al meglio.

      Mi piace

      1. con questa risposta evasiva, di anonima fonte, continuate a nascondervi dietro le fratte come è vostra abitudine per fare le multe o dietro dei certificati falsi come è successo solo per i vigili indagati per la notte di capodanno dei quali parlo nella canzone SATIRICA, che il vostro anonimo definisce al limite della diffamazione…
        secondo l’anonimo io avrei sputato in faccia alla categoria dei vigili cantando una notizia…. vorrei indirizzare la mia risposta a codesto dipendente pubblico che si nasconde dietro la sigla di un sindacato e si rifiuta di dare le propria qualifica…
        di cosa ha paura l’anonimo????? cosa può temere da un cittadino ??? forse non è orgoglioso di se stesso da manifestarsi??? io ho bisogno di uno stato con una identità ben precisa, NOMI COGNOMI RUOLI E STIPENDI …gli altri si possono anche andare a nascondere dietro la loro timidezza o vigliaccheria… purtroppo non posso accettare la risposta di codesto sindacato… composto da anonime figure che prima mi citano pubblicamente e poi non si firmano… esigo che veniate allo scoperto… fuori i nomi!!! e le eventuali condanne!!!
        GABRIELE, PELLEGRINI, IN ARTE DADO, LIBERO PROFESSIONISTA CON PARTITA IVA, I MIEI GUADAGNI VARIANO DI ANNO IN ANNO IN QUANTO MI ASSUMONO E MI LICENZIANO PER OGNI SINGOLO LAVORO CHE FACCIO…
        CORDIALMENTE DADO!!!!

        Mi piace

  4. mentre resto in attesa di avere tutti i dati dell’autore della lettera, e anche tutti i dati di eventuali condannati agli arresti domiciliari di codesto sindacato, vi mando di seguito una lettera che mio padre è stato costretto a mandare a causa del perverso meccanismo che continua a vessare il cittadino:

    03 agosto 2015

    ROMA CAPITALE
    DIP.TO RISORSE ECONOMICHE – CONTRAVVENZIONI
    VIA OSTIENSE, 131 L – Corpo D primo piano
    00154 ROMA

    PROTOCOLLO: 360/15
    RIFERIMENTO: Raccomandata di Equitalia MOF 78916949248-7 , su incarico di Roma Capitale, contenente cartella di pagamento Nr.097 2015 00067101 33000; RECAPITATA IN DATA 27 LUGLIO 2015.
    ALLEGATI: VARI.
    OGGETTO: RICORSO PER CONTRAVVENZIONI GIA’ PAGATE (Voi preferite chiamarla ISTANZA IN AUTOTUTELA)

    Mi pregio informare codesti irreprensibili funzionari più o meno responsabili dei loro atti amministrativi, e quindi responsabili pure di far perdere tempo e quattrini sia a Roma Capitale sia al sottoscritto, che lo stesso ha già provveduto a pagare Le seguenti contravvenzioni di cui al: VERBALE NR. 13111055714 del 08.06.11 DM914YW;
    VERBALE NR. 13111148187 del 22.06.11 DM914YW.
    Appare di tutta evidenza che le RISORSE ECONOMICHE di Roma Capitale non possono essere impinguate con tali subdoli mezzi e che se i suddetti responsabili avessero chiesto lumi al sottoscritto, tutto si sarebbe risolto in maniera indolore, invece pare che presso costoro sia invalso l’uso di scaricare farisaicamente ogni ipotetica vertenza su EQUITALIA, iscrivendo a ruolo somme che sono state già profumatamente pagate e quindi creando artificiosamente un indebito ed illecito tentativo di arricchimento a favore della P.A..
    All’uopo, con mio sempre più crescente fastidio e con personale rottura di scatole (per non dire peggio) mi vedo costretto a produrre:

    1.Copie dei bollettini di versamento online, effettuati nei termini di legge.
    2.Copia della CARTELLA DI PAGAMENTO Nr.097 2015 00067101 33000 che Equitalia, da codesto Dipartimento inopinatamente disturbata, si è affrettata a scaricare sul sottoscritto esigendo e minacciando sanzioni per pagamenti regolarmente effettuati.
    3.Copia del documento di riconoscimento

    Memore di altre incresciose vertenze, avute con Equitalia ( che fanno perdere tempo e quattrini al sottoscritto ed alla P.A. ) questa volta non mi limito a presumere che la pratica abbia una sua logica e definitiva archiviazione, bensì

    PRETENDO

    Che codesto Dipartimento invii una formale dichiarazione ad EQUITALIA, informandola che non ha nulla da riscuotere dal sottoscritto ed impedendo in tal modo all’AGENTE DELLA RISCOSSIONE di reiterare all’ infinito le sue infondate intimazioni di pagamento; nonché

    ESIGO

    Che, una volta sospesa l’ esazione per l’ evidente arbitrarietà della cartella in connessione alla provata infondatezza della richiesta, siano annullati il verbale e le sanzioni principali ed accessorie che esso commina e la cartella per mancanza di un titolo che la giustifichi.

    Resto, quindi, in attesa di un urgente discarico amministrativo, avvisando che qualora tale atto dovuto non arrivasse entro 30 gg. dalla presente, il sottoscritto si rivolgerà all’ Unione Consumatori per ottenere un risarcimento economico per i danni morali e materiali creati deliberatamente da codesto Dipartimento .

    Maggior Generale C.C.r.n.R. Paolo Pellegrini

    Mi piace

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...