Casamonica: la soluzione è…TETRA!

foto da google
foto da google

Nel non troppo lontano dicembre 2013 il comandante del Corpo Raffaele Clemente fece sapere, attraverso un comunicato stampa, di avere fatto partire d’accordo con le Organizzazioni Sindacali, l’ammodernamento delle comunicazioni radio che passavano da analogiche a digitali.

A questo link potete trovare traccia di questa notizia.

Leggiamo tra le altre cose che TETRA :”ottimizzerà il servizio attraverso il controllo satellitare, per un migliore più celere impiego delle pattuglie. A tutto vantaggio della cittadinanza e con maggiori garanzie per la sicurezza degli agenti in servizio

Perchè allora non pubblicare i dati dei tracciati satellitari delle pattuglie impiegate durante il funerale del Casamonica? Visto che testimonianze pubblicate sulla stampa parlano di nostre pattuglie addirittura presenti alle 6 di mattina, in considerazione del fatto che se fossero false si dovrebbe attivare un’azione penale, chieda il Comandante Clemente tutte le autorizzazioni del caso per accedere a questi dati.

Certo, se fosse già passato troppo tempo e non fossero accessibili questi dati, sarebbe stata proprio un’occasione persa per il comandante del Corpo.

Avrebbe potuto scagionare facilmente se stesso ed il Corpo della Polizia Locale oppure castigare chi eventualmente avesse sbagliato.

Annunci

Cronaca: incidente mortale Via Cristoforo Colombo

1

2

3

4

Altro incidente mortale a Roma dopo quelli accaduti venerdi a Lungotevere de Cenci e sabato a Via Tuscolana.

Nella notte tra sabato e domenica, alle 23.00 circa, in via cristoforo colombo all’ altezza di Via Flavio Domiziano.

Una Alfa Romeo ha investito un ragazzo somalo di 21 anni dopo le 23.00.

Il corpo del ragazzo è stato sbalzato nella carreggiata opposta di marcia e sono state necessarie diverse chiusure al traffico.

Il ragazzo è poi spirato presso il pronto soccorso dell’Ospedale San Camillo.

Si è occupata dei rilievi scientifici una pattuglia del XI Marconi coadiuvato sul posto per le chiusure al traffico su tutti e due i sensi di marcia della Cristoforo Colombo dai gruppi Marconi, Tintoretto ed Eur.

La mattanza non si ferma ed il comune continua ad essere sordo ed a non volere predisporre servizi mirati notturni di contrasto finanziati coi proventi delle contravvenzioni come previsto dalla legge. A Roma si deve investire in sicurezza stradale e non i pedoni! ” dichiara Stefano Giannini Segretario di Roma del SULPL