Il ritorno di Buttarelli a chi giova?

Come oramai avrete saputo dalla nostra anteprima da domani l’ex Comandante Generale del Corpo della Polizia Locale di Roma Carlo Buttarelli sarà reintegrato come Comandante ed assegnato ad una U.O. dall’attuale comandante Generale.

Vogliamo allora provare ad analizzare a chi può giovare questo ritorno.

A Buttarelli? Innanzitutto dobbiamo dire che, nel suo ruolo di Direttore del Mercato dei Fiori conservava il suo ruolo apicale nella struttura del Comune di Roma, un reintegro nel Corpo comporta, oltre ad una riduzione del suo stipendio, anche una retrocessione di carriera.

In questo senso allora non vediamo un giovamento per lo stesso Buttarelli.

Qualcuno potrà opporre che torna in una struttura che lo ha osannato per lungo tempo ponendolo in antitesi all’attuale vertice. Ciò è vero in parte perchè Buttarelli non era amatissimo all’interno del Corpo nel momento in cui rassegnò le sue dimissioni. Anche e soprattutto nel panorama sindacale; era molto avversato in quanto lo stesso era solito trattare tutti alla pari senza preferenze alcune che avevano invece contraddistinto i comandanti precedenti.

La vicinanza del personale a Buttarelli si è via via incrementata durante l’assenza di scelta da parte del Sindaco di Roma che per lunghi mesi ha lasciato allo sbando il Corpo con alla guida la Vice Comandante Scafati che aveva solo un incarico di traghettatrice e arrivò quasi agli apici nel momento della farsa della scelta di Liporace poi rimandato a casa per assenza di titoli sul curriculum tanto importante.

Le problematiche dovute alle modifiche contrattuali unite alla scarsa vicinanza dell’attuale vertice più vicine alle esigenze di trionfo del personalismo che alla comprensione di un difficile momento storico della struttura, hanno aumentato la stima verso Buttarelli.

A chi può giovare quindi il suo reintegro?

Al personale? No di certo perchè Buttarelli non andrà a comandare il Corpo, al massimo potrà diventare vice comandante. Certo i colleghi che sono e saranno sotto le sue dipendenze potranno esserne contenti ma oggettivamente più di quello nulla si potrà avere.

Agli altri comandanti? Secondo quanto ne sappiamo Buttarelli non ha avuto veri e propri scontri con coloro i quali erano prima i suoi colleghi e poi i suoi sottoposti. A parte qualche sana rivalità, oppure maggiori o minori affinità dovute alle conoscenze reciproche, non vediamo come gli altri comandanti potrebbero trovarne giovamento.

Agli altri 3 vice comandanti? Se Buttarelli andasse a prendere il posto di uno di loro indubbiamente no. A meno che uno dei 3 non salga di una casella e vada ad occupare la casella di Comandante Generale lasciata vuota da chi proviene dall’esterno.

A Raffaele Clemente? Assolutamente no. A noi dà l’idea di avere invece  2 galli nel pollaio. Buttarelli è senza dubbio uomo di struttura ma siamo certi che non si senta e non si sentirà mai “inferiore” a chi è venuto dall’esterno per conoscenze, competenze e professionalità acquisite. Visto che sarà proprio lui a dovergli assegnare l’incarico che dovrà svolgere nel Corpo si troverà in una posizione scomodissima.

Se gli darà una posizione marginale potrà essere considerato, nella peggiore delle ipotesi come un ordine impartito dall’amministrazione, e quindi Clemente sarebbe ridotto a mero “prestanome” e semplice impiegatuccio che esegue gli ordini pedissequamente. Nella migliore delle ipotesi potrà essere considerata una specie di “vendetta” o un modo per togliersi una persona scomoda dagli impieghi operativi.

Se gli darà una posizione centrale ed operativa, segnerà definitivamente il distacco con tutti gli altri dirigenti del Corpo immediatamente considerati inadatti o incapaci a ricoprire quel ruolo.

Ci permettiamo di suggerirgli alcune idee che possano aiutarlo ad uscire dal ruolo sicuramente più scomodo che la politica gli ha affidato in questo momento: GPIT o X Mare. In questo modo consentirebbe ai vice comandanti, Modafferi o Di Maggio, di dedicarsi al loro ruolo principale.

Al Sindaco Marino? Dall’alto del Campidoglio lo vediamo come semplice spettatore. Ovvio che la decisione, per le responsabilità di gestione e coordinamento dell’ente, devono essere imputate proprio al Sindaco di questa scelta. Non si turbino coloro i quali si lamentano del fatto che è sempre “colpa di Marino”. E’ il ruolo che in questo caso impone l’assegnazione delle responsabilità.

Fibrillazioni nel Corpo ad un passetto dall’apertura della porta santa per il Giubileo sono un pericoloso rischio ed azzardo a cui si espone questa amministrazione. Dopo mesi in cui il Corpo ha saggiamente deciso di “lasciar fare” all’amministrazione che si è considerata sempre migliore di tutto e di tutti, i risultati sono sotto gli occhi di tutti: vedete una Polizia Locale migliorata in questi 2 anni?

Allora la nostra mente va ai recenti fatti che hanno visto coinvolto il personale dell’Ama e dell’ Atac. Prima messo in condizione di essere “linciato” da parte dell’opinione pubblica e poi “salvato” con interventi che ricordiamo solo nella tragedia greca in cui il Sindaco, con un video messaggio, interviene come un deus ex machina a risolvere i problemi terreni causati dalle persone. Non è che il filo logico è sempre lo stesso? Non è che mesi di silenzio sulla Polizia Locale di Roma, ripetiamo per merito degli appartenenti al corpo, non sono più sopportabili e servono nuovi problemi o proteste?

Ecco. In questa scelta del reintegro di Buttarelli, pur essendone contenti perchè lo vediamo rientrare in famiglia, noi vediamo anche nessun vantaggio per nessuno.

Ed è proprio quello che ci preoccupa di più.

Cui prodest?

19415_2

Forse al nuovo direttore del Mercato dei Fiori?

Annunci

4 pensieri su “Il ritorno di Buttarelli a chi giova?

  1. Mi dispiace per l’ex comandante, ma la pol locale di Roma è enormemente migliorata negli ultimi 2 anni.
    2 aa fa eravamo ancora a fare telefonate interminabili per un passo carrabile occupato (senza iosegnalo), senza street control, tutto ancora era affidato a carta e penna…

    Mi piace

    1. Siamo lieti dei visibili miglioramenti sulla qualità del servizio.
      Ora abbiamo indubbiamente più canali informatici disponibili, ricordiamo inaugurati dallo stesso Buttarelli su Facebook.
      È il resto che desta qualche perplessità.
      Come ad esempio l’abbandono del presidio delle periferie già penalizzate.

      Mi piace

  2. non faccio parte della polizia locale ma posso dire che secondo me in realtà ci sono stati tanti passi avanti in questi 2 anni, noto una maggiore severità (anche se comunque poca secondo me) contro le infrazioni al codice della strada ed inoltre avete fatto concreti passi avanti dal punto di vista dei canali informatici…spero che in futuro siate sempre più inflessibili…è vero che occorre prevenzione ma chi rispetta le regole vorrebbe vedere sanzionati certi comportamenti, a volte si ha l’impressione che non vogliate intervenire in maniera marcata contro le infrazioni, per paura della disapprovazione della gente…

    Mi piace

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...