Io segnalo, tu segnali, egli segnala…..e Loro???

3

Gran fermento oggi alla Lupa, la Centrale Operativa del comando del corpo di cui avevamo parlato qui.

Finalmente il count down all’evento mediatico è terminato; dalle 10 è diventato operativo il sistema che porta la città di Roma in vetta alla lista di Capitale Europea all’avanguardia, mica cavoli eh….

Però, però…eh già c’è un però.

Il dietro le quinte: cosa è successo prima delle 10? Prima dell’arrivo delle telecamere e della tv?

L’operatore preposto al servizio, come tutti gli operatori della Centrale che prima o poi lo faranno, non ha ricevuto istruzioni in merito alla gestione delle chiamate: dove si gestisce? dal centralino o dalla postazione/immagine creata apposta per le telecamere?

Il capoturno non aveva ricevuto disposizioni sulla gestione del personale; infatti le voci di corridoio narrano di riunioni fatte in precedenza, salvo poi venire a scoprire, con immensa amarezza, che le riunioni erano state fatte con personale non delle centrale operativa e quindi non quello realmente esperto delle problematiche pratiche. Possibile? No, incredibile. Del resto siamo in Italia e, come in tutte le città Europee all’avanguardia, si fa così. O no?

Vediamo in dettaglio come si sviluppa “Io Segnalo: innanzitutto ci si deve registrare al sito del Comune di Roma; mentre ad esempio per le segnalazioni twitter va bene segnalare con il nome di “trottolina68”, “depresso44” o “acab86”, qui  ci si registra, nome cognome recapito, si invia la segnalazione e se possibile si allegano anche una o più foto.

Qui viene il bello: secondo alcuni criteri imposti le segnalazioni seguiranno due tipi di strade.

Per una segnalazione di un veicolo abbandonato ad esempio si dovrà immediatamente inviare una pattuglia per gli accertamenti del caso, quindi girando la chiamata al gruppo territorialmente competente che magari ha già in lavorazione la stessa segnalazione. Il Gruppo invierà la prima pattuglia a disposizione per un lavoro magari doppio o triplo. Un “Déjà vu” amministrativo.

Per una sosta irregolare o d’intralcio invece avremo una destinazione diversa;  la chiamata verrà girata alla Vice Comandante del Corpo che predisporrà i servizi successivi dove, crediamo, siano più elevate le segnalazioni. Ciò avverrà con lo street control presumibilmente. Dove insomma ci sarà più possibilità statistica di trovare “ciccia” per le casse comunali.

In pratica una persona bloccata da una doppia fila può attendere rispetto a un veicolo che giace abbandonato da mesi. Questo è stato ben comunicato ai cittadini?

Questa la prima incoerenza che ci salta all’occhio e soprattutto gli operatori assolutamente non potranno inoltrarla al gruppo come urgenza neanche se nelle note della segnalazione ci sarà scritto:” Aiutooooo, voglio tornare a casa!

Un’altra domanda che vogliamo proporre è la seguente: una volta che l’ufficio prende in carico la chiamata, questa dal brogliaccio sparisce, come si risponderà al cittadino segnalante? Come farà a seguire l’evoluzione dello stato della segnalazione? E nel caso in cui le chiamate non possono essere evase per mancanza di personale come si risponde? Al momento non lo sappiamo. Come non sappiamo ancora chi sia, per legge, il responsabile di questo procedimento amministrativo a cui rivolgersi in caso di violazioni dell’iter.

Una grande e tanto sbandierata novità è questo numero di protocollo che il segnalatore avrà in mano. Potrà seguire in ogni dove la sua pratica. Saprà in ogni istante dove si trova. Un tracking code in pratica. Il segnalatore, perso nei saloni della burocrazia, avrà la compagnia del suo numero di pratica. Speriamo solo che, a causa della scarsità di personale, la risposta associata alla pratica non sia sempre e solo in lavorazione“.

Tra la ventina di possibilità di segnalazione infine ci chiediamo perchè alcune siano di competenza della Polizia Locale quando le stesse devono per forza vedere coinvolte altre strutture del Comune di Roma. Ad esempio: buca, rami caduti, immondizia, segnaletica danneggiata, semaforo non funzionante. Significa mandare una pattuglia per poi richiedere l’intervento di altre strutture del comune. Non sarebbe stato meglio girare le segnalazioni immediatamente a chi le deve sanare senza perdite di tempo e senza spreco di personale?

Finalmente arrivano le 10. Le luci delle telecamere si accendono. Arriva la prima segnalazione e con grande commozione viene girata  al gruppo competente. Un bel sorriso prego….perché lo sanno tutti. In qualsiasi città Europea all’avanguardia funziona così: conta l’immagine. Per la sostanza, ci organizzeremo meglio….

Ah! Dimenticavamo una cosa. Il comandante si è lodato per essere la prima città in Italia a dotarsi di questo sistema.

A noi pare molto simile a questo…

Non è che Tolmezzo ci chiede le royalties?

P.S. queste cose avremmo potuto dirle se il comando avesse deciso di aprirsi e parlare con i sindacati. Non lo ha voluto fare come in moltissime altre occasioni. Quindi siamo chiari fin da adesso: se iosegnalo andrà bene avrete fatto una bella iniziativa, se per malaugurato caso dovesse fallire, non azzardatevi a scaricare colpe sui lavoratori e sui sindacati.

Annunci

Un pensiero su “Io segnalo, tu segnali, egli segnala…..e Loro???

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...