ME Fai pena 

 
È passato solo un anno dalla oceanica manifestazione in piazza dei dipendenti capitolini che lanciavano un grido di dolore misto a preoccupazione per il taglio dei propri stipendi.

Stipendi che viaggiano a cifre di 1300 € ben che vada. 

A distanza di un anno, sempre quando si deve andare a ridiscutere il contratto decentrato, si riaffaccia il MEF che sostanzialmente richiede indietro 350 milioni di € al comune di Roma. 

Tranquilli che questi soldi non li sborserà il comune ma verranno richiesti ai dipendenti. E sarà un furto.

Sarà un furto perchè quella cifra era stata inserita nel fondo dei soldi spendibili per i dipendenti e neanche un € è stato speso in più di quello che si doveva spendere rispettando tutti i vincoli di legge.

Il MEF contesta che quei soldi , ripetiamo spettanti ai dipendenti, non siano stati erogati nel modo giusto.

Facciamo un esempio per chiarire perchè si tratta di furto: tu lettore che leggi hai diritto a ricevere, ad esempio 1000€. Allora io ti faccio un assegno di 1000€. Poi arriva il sig. MEF che dice, secondo lui :”Non dovevi fargli l’assegno ma un bonifico. Ridammi i 1000€”.

Abbiamo fatto due conti sulle cifre che sono cominciate a trapelare non grazie alla cristallinità ed alla trasparenza di quella casa delle ombre che è ormai il Campidoglio.

350.000.000€ non sono altro che la somma dei fondi messi a disposizione nei 5 anni compresi tra il 2008 ed il 2013. Alla faccia della irretroattività della legge in quanto quella a cui si fa riferimento è la legge 150/2009 che dava tempo ai comuni di adeguarsi entro il 31/12/2012.

Questi 350.000.000 €, se come pensiamo verranno richiesti ai dipendenti, dovranno essere divisi per circa 25.000 persone calcolando anche coloro i quali nel frattempo sono morti, dimessi o andati in pensione. Si potranno rateizzare per una durata massima uguale al periodo di osservazione.

Viene fuori una cifra di circa 233€ al mese a dipendente!

Questo vuol dire che, visto che il salario non è mai stato erogato a pioggia ma a prestazione, visto che ci sono differenze notevoli tra un dipendente ed un altro, potremmo trovarci davanti a colleghi che subiscono decurtazioni di 400€ ed altri di 100€ ad esempio.

Potrebbe esserci una seconda strada per il comune: quella di togliere la parte variabile del salario ai dipendenti per i prossimi cinque anni realizzando così quello che andavamo dicendo già dal febbraio 2014 e cioè che verranno tagliati i servizi ai cittadini perchè è proprio con quei soldi che si finanziano.

A questo punto ci poniamo qualche interrogativo: visto che esiste una norma denominata “salva roma” del 2014 ma che in realtà è la “salva Firenze di Renzi ” che di fatto sana queste irregolarità, visto che nel giugno del 2014 è stato costituito un tavolo interministeriale di coordinamento che doveva descrivere le linee guida che dovevano seguire i comuni e che ci risulta abbondantemente inattivo, visto che ogni volta che si parla di mafia romana gli stipendi dei dipendenti fanno calare una cortina fumogena anche sugli interessi delle aziende partecipate, a chi giova tutto questo?

Aggiungiamo infine che questi sono ancora dei pareri di tecnici e che ancora nessun giudice si è espresso. In pratica con la risposta alle contro deduzioni è come se il comune avesse chiesto all’oste se il vino è buono!.

Solo i giudici, in caso di trattenute sugli stipendi passati o futuri, diranno chi sta mentendo.

Apprendiamo che il vice sindaco si schiera dalla parte dei dipendenti ed è quello che gli chiediamo dall’inizio di questa vertenza.

Ora cominci da qui: la Polizia Locale svolge il servizio dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 15.00 e dalle 14 alle 21.00. 

Il resto, se serve, lo copra lo Stato. Se c’è.

Annunci

3 pensieri su “ME Fai pena 

  1. non possono chiederli ai dipendenti, proprio perche’ dipendenti, cioe’ non dipende da loro il salario, ma da chi lo eroga. Quindi i soldi li deve restituire la giunta responsabile del contratto, che andrebbe tutta indagata per danno erariale

    Mi piace

Rispondi (solo se ti sei accertato di avere connesso il cervello)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...